Salerno. Elezioni comunali. Gagliano ci riprova e chiama tutti

Scritto da , 7 Settembre 2015
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino

Salvatore Gagliano chiama a raccolta i “benpensanti con tanta dignità” e propone un incontro in vista delle prossime elezioni amministrative. Il consigliere comunale, ex capolista Udc, da tempo ormai vicino alle posizioni della maggioranza, ritorna alla carica e propone un nuovo progetto. «Che si mettano da parte i rancori e si operi nell’interesse di Salerno», dice Gagliano che rivolge l’appello ad Antonio Roscia, Antonio Cammarota, Guido Milanese, Rosario Peduto, Michele Sarno, Alessandro Ferrara, Leonardo Gallo, Corrado Naddeo e Maria Rosaria Carfagna. E perfino al consigliere comunale di maggioranza Luciano Provenza. «Gente come noi – dice – con tanto di dignità e di professionalità, non può assolutamente accettare di essere organizzata da personaggi che sulla città di Salerno incidono in maniera minima, non vivendoci e di conseguenza non conoscendo le vere problematiche». Apertura da parte di Antonio Roscia, attuale presidente del club Forza Silvio che dice: «Tutto quello che nasce dalla base, dal territorio, è sempre da ascoltare. Specie quando proviene da un consigliere comunale di Forza Italia. Per quello che mi riguarda ogni ragionamento è aperto, nei limiti dell’area diretta o indiretta dell’esperienza di Forza Italia». Anche Rosario Peduto, responsabile cittadino di “Noi con Salvini” dice: «E’ un appello che ritengo politicamente lucido ed elettoralmente lungimirante, formulato nell’ottica di rispondere unicamente alle nostre coscienze di uomini liberi, da sempre al servizio esclusivo degli interessi della nostra comunità cittadina». Vuole sostenere Vincenzo De Luca, invece, Maria Rosaria Carfagna che all’appello di Gagliano risponde così: «Non rinnego il mio passato, ho militato prima nel Pdl e poi in Fi e mi sono resa conto che i valori politici in cui credo, finalizzati al raggiungimento del bene comune non possono essere conseguiti da questa dirigenza nominata e mai eletta dalla base. Per queste ragioni ho fatto le mie scelte e alle regionali ho sostenuto Vincenzo De Luca, esempio di buona amministrazione e di buona politica». Replica ma non senza polemica, Raffaele Adinolfi, coordinatore cittadino di Forza Italia e collega di gruppo consiliare azzurro a Palazzo di Città: «Se il consigliere Gagliano volesse dare una mano ad un centrodestra alternativo a De Luca ne sarei felice così come sarei stato felice se lo avesse fatto in passato. Si – dice Adinolfi – a seppellire i rancori del passato ma barra al centro nella direzione politica per costruire un’alternativa credibile alla devastante politica della ‘(tar) tassazione’ deluchiana».

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->