Salernitana, rimonta d’altri tempi: Benevento ko

Scritto da , 2 marzo 2014
image_pdfimage_print

di Marco De Martino

 

SALERNO. Cuore, grinta ed anche un pizzico di fortuna: sono queste le componenti che hanno spinto la Salernitana all’impresa d’altri tempi. Sotto di un gol dal 14’ (a segno l’ex Nocerina Negro), la squadra granata nel recupero è riuscita a rimontare ed a vincere 2-1 con il Benevento. Decisivo Gustavo, che si è procurato il rigore, poi trasformato da Mendicino, che ha causato l’espulsione di Baiocco e il conseguente ripiegamento tra i pali di Evacuo. Con due uomini in meno (era stato espulso Som poco prima) e senza portiere il Benevento è rinculato e la Salernitana con un finale d’antologia ha trovato in mischia il gol vittoria con Gustavo.

CRONACA. Gregucci in avvio decide di escludere Volpe per riaffidarsi a capitan Montervino nella cerniera centrale di centrocampo. Brini invece sceglie un esterno più offensivo come Guerra nei tre alle spalle di Evacuo. Dopo un buon avvio la Salernitana va subito sotto. Al 14’ infatti il Benevento trova il vantaggio a freddo grazie ad un banale errore dei granata. Tutto nasce da una possibile ripartenza per la Salernitana. Mounard perde palla colpendo Mancini sulla schiena, Guerra recupera e serve Evacuo che al limite serve un assist delizioso a Negro. L’ex molosso scatta in posizione regolare e trafigge l’ex compagno Gori in diagonale. La reazione granata è affidata proprio a Mounard che triangola con Mancini e con un tiro a giro di destro sfiora il montante sinistro della porta difesa da Baiocco. Poco dopo è ancora il Benevento però a sfiorare il gol sugli sviluppi di un corner in cui Guerra da un metro in spaccata non riesce ad impattare il pallone crossato rasoterra da Mengoni. Al 25’ la Salernitana va vicinissima al pari con Mendicino che, lanciato in profondità da Mancini, viene fermato in uscita bassa da Baiocco. La gara s’incattivisce, arrivano i gialli a Bianchi e Pestrin (che salteranno Grosseto per squalifica) e la pressione della Salernitana è costante ma sterile. Al 40’ ci prova Tuia di testa ma la palla è alta sulla trasversale. Poco prima del riposo Mancini tenta l’eurogol con un tiro a giro che però si spegne al lato senza impensierire Baiocco.

La ripresa si apre ancora con Mancini che tenta di trovare la via del gol con un diagonale che però risulta debole e centrale, quindi facile preda di Baiocco. La Salernitana preme e con Mendicino nel giro di 5’ va vicina ancora al pareggio, ma il portiere sannita in entrambe le occasioni blocca a terra senza problemi. Al 57’ Baiocco non è impeccabile sulla conclusione di Mancini ma non c’è nessun granata a raccogliere la palla per il tap in vincente. Gregucci rompe gli indugi, sostituisce Luciani con Fofana arretrando Montervino in difesa e Mancini a centrocampo. I granata assaltano la porta del Benevento e Mendicino al 60’ va ancora ad un passo dal pareggio con un colpo di testa deviato provvidenzialmente dalla testa di Mengoni in corner. La partita a questo punto si spezzetta a causa delle continue perdite di tempo del Benevento e delle tante sostituzioni. La Salernitana si avvicina al pareggio solo all’80’ quando una uscita a vuoto di Baiocco libera Bianchi che però a porta vuota non riesce a segnare. Due minuti dopo il Benevento resta in dieci per l’espulsione di Som per doppia ammonizione. Un episodio importante in considerazione di quello che sarebbe poi accaduto nel finale thrilling. Il rigore di Mendicino prima e la rete di Gustavo (con nel mezzo la traversa di Volpe) poi consentono alla Salernitana di battere il Benevento e dare probabilmente la svolta alla sua stagione.

SALERNITANA-BENEVENTO 2-1

 

SALERNITANA (4-2-3-1): Gori; Luciani (58’ Fofana), Tuia, Bianchi, Piva; Montervino (84’ Volpe), Pestrin; Foggia, Mancini, Mounard (64’ Gustavo); Mendicino. A disp.: Berardi, Pasqualini, Sembroni, Perpetuini. All.: Gregucci

BENEVENTO (4-2-3-1): Baiocco; Celjak, Mengoni, Padella, Som; Agyei, Di Deo (79’ Davì); Melara, Negro (65’ Campagnacci), Guerra (58’ Mancosu); Evacuo. A disp.: Piscitelli, Milesi, Ferretti, Di Piazza. All.: Brini

ARBITRO: Illuzzi di Molfetta (Prenna\Caliari)

MARCATORI: 14’ Negro, 90’ Mendicino (rig.), 94’ Gustavo

NOTE: Spettatori 8725 (inclusa quota abbonati 4730). Ammoniti Padella, Bianchi, Pestrin, Montervino, Tuia, Fofana, Agyei, Di Deo. Espulso all’82’ Som per doppia ammonizione. Recuperi 1’ e 6’

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->