Salernitana, polveri bagnate: reti bianche col Catanzaro

Scritto da , 23 marzo 2014
image_pdfimage_print

di Marco De Martino

 

SALERNO. La Salernitana non riesce a scardinare il fortino del Catanzaro: all’Arechi finisce a reti bianche. Un pareggio che rallenta ulteriormente la corsa della Salernitana verso il raggiungimento di un posto nella griglia play off. Pochissime le occasioni sia da una parte che dall’altra in un match fortemente condizionato dalla pioggia battente caduta sull’Arechi e soprattutto dall’atteggiamento rinunciatario della compagine calabrese.

LA CRONACA. Gregucci in avvio sorprende ancora tutti: conferma il 4-2-3-1 ma inserisce Fofana e Volpe al posto di Ampuero e Mounard sulla linea dei trequartisti. L’avvio di gara è fulminante ma poco fortunato per i granata. Tra il 5’ ed il 9’ la Salernitana ci prova due volte, prima con Volpe e poi con Fofana, ma in entrambe le circostanze Bindi è bravo a deviare le insidiose conclusioni mancine dei due granata. Al 23’ è Mendicino a divorarsi il gol del vantaggio. Sugli sviluppi di una punizione calciata da Foggia, Tuia fa da sponda di testa per l’attaccante granata che si ritrova a due metri da Bindi solo e libero di calciare indisturbato. Mendicino stoppa, tira ma viene murato provvidenzialmente da Bindi in uscita disperata. Dopo questo rischio clamoroso, il Catanzaro tira definitivamente i remi in barca e serra le fila, lasciando pochissimi varchi alla manovra offensiva granata. Il risultato ad occhiali è una naturale conseguenza con cui si chiude la prima frazione.

La seconda parte del match si apre come si era chiusa quella precedente: tanti falli, molti errori, zero tiri. Al 62’ Rigione sfiora la rete con un colpo di testa che esce di poco al lato sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Dieci minuti dopo un altro difensore, ma dalla parte opposta, Bianchi prova in mezza girata a trafiggere Bindi, ma la sua conclusione è troppo debole ed il portiere blocca senza problemi. Pochi squilli in una gara che si spegne progressivamente e che si conclude a reti bianche senza ulteriori sussulti, a parte l’espulsione del giallorosso Vacca a tempo scaduto per doppia ammonizione.

 

SALERNITANA-CATANZARO 0-0

 

SALERNITANA (4-2-3-1): Gori; Scalise, Tuia, Bianchi, Piva; Pestrin, Perpetuini (84’ Montervino); Volpe (75’ Mounard), Fofana (57’ Gustavo), Foggia; Mendicino. A disp.: Iannarilli, Pasqualini, Ampuero, Ricci, Mounard. All.: Gregucci

CATANZARO (3-4-1-2): Bindi; Vitiello, Rigione, Ferraro; Marchi, Benedetti, Vacca, Sabatino (69’ Catacchini); Russotto; Fioretti (56’ Madonia), Germinale. A disp.: Scuffia, Casini, Morosini, Martignago. All.: Brevi

ARBITRO: Cifelli di Campobaso (Raspollini-Sgheiz)

MARCATORI:

NOTE: Spettatori 8166 (quota abbonati 4730). Ammoniti Foggia, Sabatino, Tuia, Benedetti, Pestrin, Perpetuini, Ferraro, Bianchi. Espulso Vacca al 93’ per doppia ammonizione. Recuperi 1’ e 4’

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->