Salernitana in stand by, calciatori in bilico

di Marco De Martino

Con il destino societario ancora in bilico, il futuro di tanti degli eroi che hanno condotto la Salernitana alla promozione in serie A è ancora incerto. Mezza squadra è, infatti, in prestito secco e farà ritorno alle rispettive società di appartenenza a partire dal prossimo 1° luglio. La svolta societaria dovrebbe arrivare soltanto una decina di giorni prima e così la permanenza dei vari Coulibaly, Jaroszynski, Anderson e Tutino potrebbe essere definita in extremis o addirittura dopo il termine fissato per il loro riscatto da parte della Salernitana. L’incertezza societaria, determinata dall’obbligo da parte di Lotito e Mezzaroma di cedere la quota di maggioranza del club granata come indicato con forza dalla Figc nell’ultimo Consiglio Federale, costringe il progetto tecnico granata inevitabilmente a slittare. Un contrattempo non da poco per Fabrizio Castori, che ha già in mente le strategie da attuare per potenziare l’organico in vista del difficilissimo torneo di massima serie. Il rinnovo automatico, per il trainer marchigiano, è scattato subito dopo il termine del match contro il Pescara che ha sancito il ritorno della Salernitana tra le big. Un rinnovo che invece non è scattato per Gennaro Tutino. Per soli due gol l’attaccante è rimasto di proprietà del Napoli e la sua permanenza a Salerno si è dunque fatta più difficile. L’attaccante ha già ribadito con forza, al suo entourage, di voler giocare da protagonista e con la casacca granata sulle spalle il prossimo torneo. La decisione però spetta anche alla società granata e, soprattutto se dovesse cambiare la proprietà, non è detto che Tutino rimanga. Castori vorrebbe trattenere lui così come i vari Anderson, Casasola, Jaroszynski, Coulibaly e Bogdan, elementi in prestito che, in una situazione di incertezza, potrebbero fare ritorno alle rispettive società. Castori ripartirà dal nucleo composto da Belec, Aya, Mantovani, Veseli, Gyomber, Capezzi, Di Tacchio e Djuric, tutti elementi di proprietà della Salernitana e sul quale l’allenatore granata punterà anche l’anno prossimo. Probabili gli addii dei vari Cicerelli, Schiavone, Kiyine, Kupisz, Gondo e Dziczek mentre è praticamente certo il rientro alla base di Durmisi. Possibile ritorno a Bari, infine, per Micai.