Salernitana, è la Reggina il prossimo ostacolo da superare.

Scritto da , 29 Gennaio 2021
image_pdfimage_print

Inizierà venerdì 29 gennaio il girone di ritorno del campionato di calcio di Serie B. La ventesima giornata si concluderà poi lunedì 1° febbraio, allo Stadio Oreste Granillo, con il match tra Reggina e Salernitana. Si tratta di una gara molto importante per entrambe le formazioni. I padroni di casa hanno la necessità di allontanarsi dalla zona Playout, mentre la Salernitana vuole a tutti i costi trovare tre punti d’oro per consolidare la seconda posizione in classifica e tenere a una certa distanza altre squadre che le contendono la promozione in Serie A, a partire da Spal e Monza.

Per la formazione di Mr. Castori, una vittoria in trasferta sarebbe peraltro fondamentale per lasciarsi definitivamente alle spalle la crisi vissuta nelle ultime settimane – interrotta solo dalla vittoria con il Pescara – che ha visto i granata perdere malamente contro Empoli, Pordenone e Monza. La Salernitana, infatti, deve necessariamente iniziare a vincere alcune gare anche in trasferta per mantenere vivo il sogno promozione. Ad oggi, lo score dice che più di 2/3 dei punti sono stati fatti nel proprio stadio, mentre il ritmo da trasferta è quello di una squadra da metà classifica. L’avversario, però, non starà di certo a guardare. Gli amaranto guidati da Mr. Baroni hanno qualità da vendere e in casa hanno conquistato la stragrande maggioranza dei punti sinora. Peraltro, all’andata proprio la Reggina riuscì a inchiodare la Salernitana sullo 0-0, ottenendo un punto d’oro all’Arechi.

Le due formazioni arrivano sostanzialmente al completo all’appuntamento. La Reggina dovrebbe poter contare anche sulla presenza del portiere Nicolas, uscito per infortunio nel match contro il Frosinone e non mancheranno di certo gli esperti Cionek e Menez oltre che il funambolico Folorunsho, giocatore che nelle ultime gare è andato più volte a segno dimostrando grandi capacità di spinta e inserimento. Mr. Castori, dal canto suo, dovrebbe affidarsi al suo consueto tre 3-5 2- con Belec tra i pali e la coppia Djuric – Tutino come riferimenti offensivi.

Sarà una sfida molto fisica e combattuta. La Salernitana dovrà necessariamente porre rimedio alla sterilità offensiva mostrata nelle ultime gare giocate in trasferta, ma potrà contare su un forte spirito ed entusiasmo di gruppo, ritrovato dopo il brillante successo col Pescara. Per la Reggina, squadra di buona qualità e parecchio agguerrita, questa è l’occasione di far vedere che la squadra può far male anche alle avversarie più quotate e che la classifica attuale non rispecchia i veri valori della squadra. Di certo, tuttavia, gli amaranto dovranno giocare la gara perfetta per uscire a testa alta dal campo. La Salernitana, al di là dello sbandamento delle ultime giornate, ha disputato sin qui un girone d’andata straordinario, dimostrando di meritare la sua posizione di classifica attuale e di poter legittimamente combattere per la promozione nella massima serie. 

Ipotizzare il risultato finale non è semplice, anche se gli esperti in pronostici sulla Serie B danno una doppia chance agli ospiti, che potrebbero addirittura non accontentarsi del pareggio e strappare una vittoria per rilanciarsi all’inseguimento delle prime della classe Empoli e Monza. Dopo la pioggia di gol incassati negli ultimi turni, l’ultima gara contro il Pescara ha finalmente riportato un clean sheet per Belec, che in precedenza era stato costretto ad andare a recuperare il pallone nella sua porta per ben dieci volte in sole tre gare. La Salernitana, nel posticipo di lunedì, cercherà vittoria e continuità, provando il colpaccio contro una Reggina dai tanti alti e bassi.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->