Salernitana, abbonamento per famiglie. Vertice al Comune

Scritto da , 7 Luglio 2022
image_pdfimage_print

di Erika Noschese

C’è grande intesa tra l’amministrazione comunale e la Us Salernitana 1919 guidata dal presidente Danilo Iervolino. Dopo le polemiche sollevate dai tanti tifosi che hanno contestato il prezzo – a detta di molti – eccessivo degli abbonamenti, la società granata prova a correre ai ripari. Ieri, infatti, la presidente della commissione Politiche Sociali ha accolto l’amministratore delegato della Salernitana Maurizio Milan e la responsabile della comunicazione Maria Andria per fare il punto sulle iniziative da mettere in campo a tutela della famiglia. “Il mio era un invito per condividere una riflessione sul problema sociale che attanaglia purtroppo la città – ha dichiarato Barbara Figliolia – Proprio l’Ad Milan si è reso disponibile ad ascoltare le nostre proposte”. In programma vi è infatti quello di prevedere l’abbonamento per le famiglie in curva che sarà istituito a breve: il titolare dell’abbonamento può infatti decidere di “prestare” l’abbonamento ad un familiare, solo se in possesso della tessera del tifoso. La società installerà a proprie spese i tornelli in curva nord perché vi è tutto l’interesse, da parte della società, ad ampliare la platea, dopo aver ottenuto il nulla osta. La società ha già programmato alcuni interventi di manutenzione, soprattutto relativi ai bagni per i diversamente abili. Punto fondamentale, come ha più volte ribadito Milan, resta la questione giovani, da avvicinare sempre di più non solo alla squadra ma allo sport in generale, preparando eventi a loro dedicati, a partire dalle scuole superiori con le quali ci sarà un confronto costante e continuo ma, soprattutto un sostegno concreto per i ragazzi che vivono in famiglie di difficoltà economiche. La commissione Politiche Sociali, infatti, aveva rilanciato la proposta dell’abbonamento per le famiglia così come la rateizzazione, attualmente possibile solo se si acquista attraverso VivaTicket. Proprio l’amministratore delegato ha chiesto nuovi tavoli congiunti, anche con la commissione Sport per un confronto attento ma soprattutto continuo, un fil rouge tra le istituzioni e la società. Forte resta l’impegno della Salernitana che ha già investito circa 2 milioni di euro per il Mary Rose, ammodernando così la struttura dedita agli allenamenti della squadra così come il campo Volpe e l’Arechi, rinnovando la convenzione con il Comune. “Si nota l’interesse verso la squadra, la città ma soprattutto verso il settore giovanile – ha aggiunto la consigliera Barbara Figliolia – Le nostre proposte sono state accolte, questo ci rallegra molto perché tutto viene fatto nell’ottica della collaborazione tra enti, a tutela dei giovani e dei diversamente abili”. Anche per quanto riguarda le persone non vedenti, la società sta lavorando per prevedere uno spazio a loro dedicato, per coloro che vogliono recarsi allo stadio e ascoltare il tifo”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->