Ruggi, affidamento dei servizi: “Serve intervento della Procura”

Scritto da , 8 Dicembre 2020
image_pdfimage_print

di Erika Noschese

“Mala gestio della res publica”. Non si placa la polemica tra l’azienda ospedaliera universitaria Ruggi d’Aragona e la Cisl Fp di Salerno. Al centro della polemica, questa volta, la decisione dei vertici aziendali di affidare, senza procedura alcuna, sempre agli stessi fornitori i servizi legati alla pandemia. “Ora basta. La misura è colma! E qui non si tratta di mediocre utilizzo degli strumenti amministrativi – burocratici, non si tratta di mala gestio della res publica, si tratta semplicemente di interpretare le leggi attuali ad uso e consumo personale per il privilegio di pochi e di calpestare i diritti di molti – ha dichiarato il segretario generale del sindacato Antonacchio – Come ad esempio gli innumerevoli affidamenti diretti senza alcun tipo di procedura sempre agli stessi fornitori, in sfregio a tutte le normative sul principio di rotazione e non solo su forniture di beni essenziali ma anche su servizi non propriamente legati alla pandemia”.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->