Rimborsopoli in Regione 60 consiglieri avvisati

Scritto da , 8 marzo 2014
image_pdfimage_print

Rimborsopoli al Consiglio regionale della Campania, scattano gli “inviti a dedurre” per i consiglieri regionali. Dopo la Procura della Repubblica la vicenda è finita sotto la lente d’ingrandimento anche della Corte dei Conti. Così ieri la Guardia di Finanza ha notificato a 60 consiglieri regionali della Campania altrettanti inviti a dedurre nell’ambito dell’inchiesta contabile sulla gestione del fondo per l’assistenza alle attivita’ istituzionali. E’ una somma che per il 2011/2012 oscilla tra un milione e mezzo e due milioni, per la quale non sono stati presentati rendiconti. Gli inviti sono stati emessi dal procuratore contabile Tommaso Cottone e dai sostituti Grasso e Capalbo. Nei mesi scorsi i militari del nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza, coordinati dal colonnello Nicola Altiero, avevano gia’ ascoltato tutti i consiglieri regionali per chiedere delucidazioni sull’ impiego di denaro pubblico. I consiglieri avevano sostenuto che a loro giudizio la legge non impone la rendicontazione dei fondi; la Procura contabile, tuttavia, ha ritenuto che quest’obbligo sussiste e ha emesso gli inviti a dedurre. I consiglieri hanno ricevuto in media tra i 50 e i 60.000 euro a testa nel biennio preso in considerazione; hanno ora 30 giorni di tempo per chiedere di essere nuovamente ascoltati o presentare memorie difensive: in caso contrario rischierebbero il sequestro conservativo. Nel corso delle indagini, avviate a ottobre 2012, i consiglieri in carica dal 2010 erano gia’ stati invitati a fornire delucidazioni rispetto a rimborsi; 60 consiglieri hanno presentato una linea comune di difesa, sostenendo di non essere tenuti ad alcun tipo di rendicontazione giustificativa delle spese sostenute. La Corte dei Conti ha ritenuto la sussistenza di indizi di colpa grave nell’utilizzazione di quelle somme, quantificando un danno erariale di circa 3 milioni di euro. Ora i consiglieri hanno 30 giorni per presentare memorie difensive o chiedere di essere ascoltati dal procuratore Tommaso Cottone. Nella lista dei consiglieri avvisati, c’è anche il neo sottosegretario al Ministero ai Trasporti e alle Infrastrutture, Umberto del Basso de Caro, oltre al coordinatore regionale di Forza Italia, Domenico De Siamo. Ancora c’e’ anche il presidente della giunta regionale della Campania, Stefano Caldoro mentre l’invito a dedurre non e’ stato invece notificato in particolare notificato Carlo Aveta eletto con La Destra, il quale “ha presentato – e’ scritto in una nota della Guardia di Finanza – idonea e corposa documentazione giustificativa, anche attestante rapporti di lavoro regolarmente costituiti, relativa all’utilizzo dei fondi”. “Molto bene, una occasione per spiegare tutto con trasparenza”. Cosi il presidente della Regione Stefano Caldoro in relazione agli inviti a dedurre da parte della Procura della Corte dei Conti nell’ambito dell’inchiesta sulle spese del Consiglio regionale e che prevedono sia presentata tutta la documentazione aggiuntiva a quella già consegnata dalla amministrazione. “La Procura della Corte dei Conti ha deciso un percorso analitico ma garantista e di collaborazione” ha concluso Caldoro. «Massima fiducia nella giustizia», anche per Paolo Romano presidente del Consiglio regionale della Campania. « Sono certo che la questione si risolverà il prima possibile – afferma – e che tutto verra’ chiarito». «Mi preme ricordare che proprio la nostra legislatura ha messo fine a modalità poco trasparenti – sottolinea – normando i processi in maniera chiara ed eliminando totalmente l’importo per i portaborse». «Insomma il lavoro fatto, tra l’altro riconosciuto dalla Corte dei Conti stessa – conclude – e’ di straordinaria portata sia nel merito sia nel metodo». Chi sono i consiglieri regionali salernitani. C’è Dario Barbirotti, ex Italia dei Valori oggi in Centro democratico; per il Partito Democratico Anna Petrone ed Antonio Valiante. Per Campania Libera, Gianfranco Valiante. I socialisti sono rappresentati da Gennaro Mucciolo mentre il Nuovo Centrodestra da Giovanni Baldi. In Forza Italia c’è Monica Paolino, nel gruppo “Caldoro Presidente” Giovanni Fortunato ed infine nell’Udc Luigi Cobellis.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->