Riapre ai fedeli il Santuario della Madonna del Sacro Monte di Novi Velia

Scritto da , 17 Maggio 2021
image_pdfimage_print

Riaprono le porte del Santuario della Madonna del Sacro Monte di Novi Velia. Il sito, meta di tanti fedeli del Cilento, sorge sulla cima del Monte Gelbison a 1705 metri s.l.m. Per la riapertura, che avverrà il 30 maggio, da giorni sono a lavoro gli operai della Comunità Montana Gelbison e Cervati. «Dopo un anno di sosta e le limitazioni di presenza dovute alla pandemia, quest’anno si prevede un aumento di pellegrini e turisti che arriveranno sulla cima del Gelbison – ha dichiarato Carmine Laurito Presidente dalla Comunità Montana Gelbison e Cervati – Parliamo di migliaia di fedeli che dalla Basilicata, dalla Calabria oltre che dalla Campania, visiteranno la nostra meravigliosa montagna e i suoi declivi. C’è chi preferisce salire a piedi, arrampicandosi per l’antico sentiero e chi con i pulmini – ha continuato il Presidente – Ecco perché abbiamo controllato il percorso stradale e oggi siamo felici di annunciare che il lavoro è stato come sempre soddisfacente». Gli operai hanno praticamente ripristinato il tratto stradale. Ma non solo. Da parte degli operai della Comunità Montana sono stati effettuati anche i lavori di pulizia dei sentieri: i percorsi più antichi, che prima i monaci e poi i primi pellegrini hanno scalato per rivolgere le loro preghiere alla statua della Madonna del Sacro Monte, abbeverandosi alle fonti, come quella di Fiume Freddo e ai ruscelli che si incontrano salendo sul Gelbison.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->