Rialza il sipario il Piccolo Teatro del Giullare

Scritto da , 13 Settembre 2021
image_pdfimage_print

di Vincenzo Leone

Al via la nuova stagione teatrale 2021/2022 al Piccolo Teatro del Giullare. Un cartellone ricco di spettacoli con una ghiotta lista di eventi adatta ad ogni genere di pubblico. Spaziando fra le innumerevoli sfaccettature che il mondo dell’arte ha da esibire. Virna Prescienzo, con la sua direzione artistica, colloca opere moderne e contemporanee nel giusto equilibrio, ripercorrendo memorie di penne illustri come quelle di Shakespeare e Moliere, traslando dall’espressionismo di Kaiser alla risata malinconica dell’omaggio al grande Massimo Troisi. Nel 2021 parlare di teatro e di arte dal vivo è quasi un’utopia. Decidere di presentare una stagione teatrale in questo preciso momento storico è un atto di coraggio che merita di essere premiato. Le realtà teatrali che lottano nonostante l’incertezza, diventano lo spazio fondamentale per chi l’arte vuole continuare a farla. Questo succede al piccolo teatro del giullare, dove si lavora per dare voce ad una categoria che come tante, ha fatto a pugni con la pandemia e ne è rimasta drasticamente colpita. Le compagnie ospiti e quella residente lavorano per proporre dal 2-3, 9-10 ottobre, teatricomio prodart “devi essere dolce con me”. Di Francesco Maria Siani. Regia di Antonello Ronga. Si prosegue dal 16-17, 23-24 ottobre, teatro macondo, “la smorfia – omaggio a Massimo Troisi”. Regia di Roberto Nisivoccia. I giorni 30-31 ottobre, 6-7 novembre, compagnia del giullare, “tutto fuori, vagabondo” da Luigi Pirandello, adattamento e regia di Carla Avarista. Si prosegue il 14 novembre con LAB, “donne in…canto”. Di e con Antonella Morea, accompagnata al pianoforte dal Maestro Vittorio Cataldi. Successivi appuntamenti nei giorni 20-21, 27-28 novembre, casa del contemporaneo, “il potere negato al destino dei re”. Da William Shakespeare, regia di Andrea Carraro. Sesto appuntamento nei giorni 04-05, 11-12 dicembre, con la compagnia arcoscenico, “il malato immaginario” di Moliere. Adattamento e regia di Rodolfo Fornario. Gennaio propone, nei giorni 08-09, 15-, compagnia del giullare, “si chiude da se”. Regia di Vanni Avallone. Si continua nei giorni 22-23 gennaio, “Q.B (quanto basta su cibo e affini)”. Reading-concerto su poesie di Pablo Neruda, con Lucio Allocca e Lello Ferraro (chitarra e canto). Il 29-30 gennaio e 5-6 febbraio, compagnia del giullare, “il barbiere di siviglia”. Di Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais. Adattamento e regia di Brunella Caputo. Nel mese di febbraio, nei giorni 12-13, 19-20, compagnia del giullare, “stammi bene mamma”. Regia di Antonello Ronga. Nei giorni 5-6 marzo, in scena la voce di Renata Fusco con “ritrovarsi, voci vaganti dopo il silenzio”. Di Renata Fusco. Regia di Clara Santacroce. Penultimo appuntamento della stagione teatrale, giorni 12-13, 19-20 marzo, compagnia del giullare, “il cancelliere krehler”. Di Georg Kaiser. Regia di Uto Zhali. Si conclude il 26-27 marzo con temprart, “il mondo a testa in giù”. Di Clara Santacroce. Regia di Renata Fusco. Il costo del biglietto sarà di 12 e gli spettacoli andranno in scena il sabato alle ore 20 e la domenica alle ore 18. Per informazioni e prenotazioni contattare il numero 334768633, inoltre è possibile visitare il sito internet www.piccoloteatrodelgiullare.eu o inviare una mail a info@piccoloteatrodelgiullare.eu per ulteriori informazioni. Il teatro è situato in Traversa Incagliati, 2 (Via Vernieri) Salerno.

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->