Revocato lo stoccaggio temporaneo di Futa a Polla

Scritto da , 23 Ottobre 2019
image_pdfimage_print

di Erika Noschese

Revocato lo stoccaggio temporaneo di Futa a Polla. Lo ha stabilito il presidente della Provincia Michele Strianese con l’ordinanza dello scorso 21 ottobre, dopo che la provincia di Salerno ha scongiurato l’emergenza rifiuti, in seguito allo stop temporeaneo al termovalorizzatore di Acerra, a causa di lavori di manutenzione. «Non è più necessario utilizzare il sito di Polla per lo stoccaggio provvisorio della frazione umida trattata aerobicamente (futa), in quanto sono venute meno le condizioni emergenziali», ha spiegato il presidente della Provincia che – proprio in virtù di un’ipotetica emergenza – aveva scelto il sito di stoccaggio nella zona Pip di Sant’Arsenio nella disponibilità del Consorzio Centro Sportivo Meridionale Bacino Sa3, per lo stoccaggio temporaneo del rifiuto Frazione Umida Trattata Aerobicamente, in uscita dallo Stir di Battipaglia. Dallo scorso 14 ottobre, l’Impianto di Termovalorizzazione della frazione secca dei rifiuti di Acerra ha infatti ripreso la lavorazione a pieno regime, garantendo, così, l’evacuazione giornaliera dall’ex Stir di circa 60 tonnellate di Futa e nei prossimi giorni, a seguito di aggiudica di gara e completate le pratiche autorizzative, sarà avviato il trasporto transfrontaliero della frazione umida trattata aerobicamente prodotta dall’ex Stir di Battipaglia, garantendo, così, l’evacuazione complessiva per circa 14.000 tonnellate. «Rimane solo l’amarezza di una incredibile campagna mediatica di questi ultimi mesi, che ha agitato sapientemente gli animi con lo spettro di gravissime emergenze rifiuti, di problematiche ambientali che invece non ci sono state», ha poi aggiunto Strianese secondo cui il programma anti-emergenza ha funzionato anche grazie alla collaborazione istituzionale fra Regione Campania, Provincia di Salerno, società provinciale EcoAmbiente Salerno SpA, Ente di Ambito dell’Ato Salerno e tutti i lavoratori del ciclo dei rifiuti e dell’Impianto Tmb di Battipaglia. «Il mio impegno per la tutela ambientale del nostro territorio prosegue con forza e convinzione, vicino ai nostri cittadini, così come è stato negli scorsi mesi e da quando ho l’onore di essere il Presidente della Provincia di Salerno», ha poi aggiunto Strianese.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->