Residenti di via Ligea: «Contro il trasferimento del capolinea»

Scritto da , 29 Febbraio 2020
image_pdfimage_print

di Erika Noschese

Rioni della città di Salerno sul piede di guerra. Al centro della questione il trasferimento del capolinea da via Ligea a via Vinciprova che dovrebbe interessare le linee 2/20, 3,5,6,14,18,19,40 e 42. A sollevare la polemica sono i residenti di entrambe le zone: quelle della zona Porto chiedono di non procedere al trasferimento perchè, dicono,«rischiamo di svuotare il rione»; no convinto ma per una ragione totalmente opposta per i residenti di via Vinciprova secondo cui non solo si rischierebbe di perdere altri posti auto ma si aumenterebbe lo smog in una zona già di per sé abbastanza critica. E proprio gli abitanti della zona di via Vinciprova, la prossima settimana, potrebbero essere ascoltati in commissione trasparenza dal presidente Antonio Cammarota. «Se noi spostiamo un terminal bus così significativo e importante da un quartiere all’altro ed entrambi i quartieri sono d’accordo sulla stessa cosa allora è rilevante», ha spiegato il presidente della commissione Trasparenza che già alcune settimane fa ha avuto modo di ascoltare e raccogliere le istanze dei residenti del rione Porto che appunto lamentavano, in caso di spostamento definitivo lo svuotamento del rione. «Nel momento in cui vanno a mettere il terminal bus lì si fa un casino perchè tolgono parcheggi in una zona che ne ha assolutamente bisogno, si ha un incremento dello smog», sostengono invece i residenti di via Vinciprova. Da qui la proposta del consigliere Cammarota, capogruppo de La nostra Libertà: «se, come qualcuno ha detto in consiglio comunale, il terminal bus deve essere fatto accanto alla stazione perchè non lo fate dove sta il Grand Hotel che è più comodo per tutti e non da fastidio a nessuno». Canta vittoria, il consigliere Donato Pessolano: le sue recenti dichiarazioni hanno però fatto storcere il naso a qualche residente di via Ligea: «il trasferimento è stato bloccato, sì ma non è merito di nessuno, se non di chi si è preoccupato – tra i residenti – di andare a parlare con i diretti interessati a Palazzo di Città». Intanto ad annunciare lo stop del trasferimento è stata proprio Busitalia: “Si avvisa la spettabile clientela che le modifiche di percorso e orari preannunciate su alcune linee urbane di Salerno, di cui all’avviso del 17 febbraio u.s., non entreranno più in vigore dal 2 marzo ma saranno rinviate a nuova data da stabilire che verrà comunicata successivamente”. Resta confermata, invece, la riattivazione del punto di fermata altezza Genio Civile, come disposto dal Comune di Salerno attraverso apposita ordinanza dello scorso 12 febbraio.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->