Repulisti dei Falchi sul lungomare

Scritto da , 29 maggio 2018
image_pdfimage_print

Pina Ferro

Repulisti sul lungomare cittadino. Sono stati circa 22 gli immigrati sottoposti a fermo dagli uomini della Sezione Falchi. Il blitz è scattato nel corso della notte tra domenica e lunedì e pare che ancora non sia del tutto concluso. A finire nei guai sono stati un gran numero di giovani stranieri sorpresi a spacciare, in paricolar modo, nel vialone centrale del lungomare. Pare, sia anche stata sequestrata una ingente quantità di stupefacente. Si tratta dell’ennesimo blitz antidroga. Bloccati gli spacciatori, ora le indagini, sono tese a capire quali siano i canali di approvvigionamento degli immigrati. L’asse è sicuramente quello Napoli – Salerno. La droga viene acquistata nell’hinterland napoletano per poi essere rivenduta in città. Non solo hashish ma anche cocaina ed eroina. Al momento quelle trapelate sono solo delle indiscrezioni che dovranno trovare conferma nelle prossime ore quando, gli uomini del vice questore aggiunto, Lorena Cicciotti, avranno concluso l’intero iter. L’operazione di controllo della “passeggiata” cittadina era finalizzata alla repressione dei fenomeni di microcriminalità e di spaccio più volte segnalato anche dai cittadini. Nonostante i continui controlli, che in passato hanno visto scendere in prima linea anche il Questore, gli immigrati-pusher non sembrano affatto essere spaventati continuano imperterriti nella loro attività illecita. Solo qualche settimana fa il rappresentante della comunità senegalese aveva chiesto, attraverso una lettera aperta, che venisse allentata la morsa dei controlli sul lungomare. Ma dopo il risultato conseguito dalla polizia l’altra notte è evidente che ciò non è possibile. L’attività preventiva proseguirà senza sosta anche nei prossimi giorni.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->