Rendiconto di gestione e bilancio previsionale non approvato: l’opposizione chiama il Prefetto

Scritto da , 22 Maggio 2022
image_pdfimage_print

di Erika Noschese

Non è stato ancora presentato il rendiconto 2021 e il previsionale 2022. A chiedere l’intervento del prefetto di Salerno i consiglieri di opposizione del gruppo consiliare Impegno e Trasparenza, Rosario Pacifico, Barra Gaetano, Giuseppe Sessa e Giovanni Gioia evidenziando che ormai si è prossimi alla scadenza. I consiglieri sollecitano un intervento del prefetto affinché obblighi l’Amministrazione Comune di Fisciano a rispettare i termini essenziali, fissati dalla legge, per l’approvazione del Rendiconto di Gestione 2021 e del Bilancio di Previsione 2022. Nello specifico, infatti, per il rendiconto di gestione la legge prevede che il Consiglio Comunale provveda ad approvare il rendiconto di gestione entro il 30 aprile dell’anno successivo. A differenza dell’anno 2021, causa Covid-19, nell’anno in corso non c’è stata nessuna proroga della scadenza. Per legge, infatti, la Giunta Comunale deve approvare almeno 20 giorni prima il Rendiconto di Gestione al fine di metterlo a disposizione dei Consiglieri Comunali per l’analisi dei dati e delle relazioni allegate. “Ad oggi il Consiglio Comunale di Fisciano non ha provveduto ad approvare il Rendiconto di Gestione ma cosa ancora più grave è che l’Amministrazione Sessa non ha neanche deliberato in Giunta lo schema di rendiconto, per cui si presume che prima di metà giugno non si riuscirà ad approvare il Rendiconto di Gestione 2021, accumulando ben un mese e mezzo di ritardo rispetto alla scadenza fissata per legge”, hanno dichiarato i consiglieri di minoranza che puntano l’attenzione anche sul bilancio di previsione 2022/2024 la cui scadenza è fissata entro il 31 marzo 2022. La legge 15/2022, ha posticipato al 31/5/2022 il termine per l’approvazione dello stesso. La procedura prevede che almeno 20 giorni prima deve essere adottato dalla Giunta Comunale, al fine di dare la possibilità ai consiglieri comunali di analizzare i dati e le relazioni. “Anche in questo caso il Comune di Fisciano non rispetterà il termine di scadenza perché ad oggi neanche la Giunta Comunale ha approvato lo schema del Bilancio di Previsione, Anche in questo caso si presume che prima della seconda metà di giugno non si riuscirà ad approvare il bilancio con un mese di ritardo”, hanno aggiunto ancora ricordando che il Consiglio Comunale ha approvato il Bilancio Consolidato 2019, che la normativa prevede di approvare entro il 30 settembre dell’anno successivo, solamente nel consiglio comunale del 29 aprile del 2022 con ben 19 mesi di ritardo e chiudendolo con una perdita consolidata di oltre 1 milione di euro. Il consiglio comunale ha approvato il Bilancio Consolidato 2020 sempre nella seduta del 29 aprile del 2022 con ben 7 mesi di ritardo chiudendolo con una perdita consolidata di circa 7 milioni di euro. “Il riproporsi di questi ritardi nell’assunzione di adempimenti fondamentali per la vita di un Comune desta preoccupazione ed allarme. Vale la pena solo di ricordare che in mancanza dell’approvazione del bilancio previsionale il Comune si muove in regime di esercizio provvisorio, e che la mancanza di approvazione del rendiconto determina l’impossibilità di assunzione di personale con qualsiasi forma contrattuale, oltre ad altre limitazioni che, inevitabilmente, pesano sulla normale attività di un comune – hanno aggiunto – Oltre ad essere seriamente preoccupati per i conti e le casse dell’Ente, che potremmo approfondire quando abbiamo a disposizione la documentazione, ci indigna l’accumulo di ritardi enormi rispetto alla tempistica fissata dalla legge. Purtroppo quello che emerge è una cronica inosservanza dei tempi di approvazione di atti fondamentali che dà l’idea di una intollerabile approssimazione amministrativa”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->