Rapine ai danni di supermercati, due arresti

Scritto da , 15 Luglio 2013
image_pdfimage_print

I carabinieri del Comando Stazione Salerno Mercatello hanno dato esecuzione alla misura cautelare personale in carcere per il reato di rapina aggravata, emessa dalla Autorità Giudiziaria di Salerno nei confronti di ESPOSITO Adriano, cl. 1986, e MERANO Giuseppe, cl 1976, entrambi pregiudicati e attualmente detenuti in carcere per analoghi reati. Sono serviti mesi di certosino lavoro e di articolate indagini svolte dai Carabinieri della Stazione di Salerno Mercatello, guidati dal Lgt. Giacomo Lo Cascio, per ricostruire con certezza la complessa attività dei due pregiudicati salernitani, che erano divenuti un vero incubo per i supermercati cittadini, riuscendo in pochi giorni a colpire più esercizi commerciali per poi sparire per diverse settimane. I due vengono ora accusati di altre tre rapine avvenute sempre ai danni di supermercati SISA, ed in particolare di quelle avvenute in data 29 dicembre 2012 in via Madonna di Fatima, quella del 13 febbraio in via Rocco Cocchia, e quella del 15 febbraio in via Sciaraffia, allorquando con il medesimo modus operandi riuscivano dietro la minaccia di una pistola e di un coltello, a farsi consegnare dai cassieri l’0incasso della giornata. A loro sono giunti gli investigatori dell’arma attraverso la visione delle video registrazioni interne ed esterne e alla collaborazione dei dipendenti dei supermercati rapinati, che proprio a seguito della prima rapina avevano cominciato a segnalare la presenza di individui sospetti all’esterno dei supermercati, e così, grazie all’incrocio dei dati, i militari riuscivano a restringere via via la rosa dei sospettati fino a stringere il cerchio sui due giovani che puntualmente venivano ripresi qualche giorno prima delle rapine passeggiare all’esterno degli esercizi prima di effettuare una spesa di pochi euro per completare il sopralluogo all’interno.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->