Ragosta: “In coalizione sì, ma con le civiche e senza il Pd”

Scritto da , 8 Ottobre 2020
image_pdfimage_print

di Erika Noschese

A circa sei mesi dalle elezioni amministrative che vedranno la città capoluogo chiamata al voto per eleggere il nuovo sindaco è tempo di alleanze e strategie. Davvero Ecologia e diritti, reduce dal successo delle regionali con l’elezione di un consigliere, sta già pensando alla primavera 2021. “Stiamo discutendo e lavorando per costruire un’alleanza ampia e forte per le prossime elezioni comunali a Salerno, senza il Pd”, ha annunciato il leader di Davvero Michele Ragosta. In questi giorni infatti si stanno susseguendo una serie di incontri presso la sede provinciale, per provare a fare una attenta analisi dei risultati delle regionali ma soprattutto per provare a mettere in campo un’alleanza forte, capace di conquistare un ruolo di spicco all’interno di Palazzo di Città. Al momento tutto è ancora work in progress ma una base di partenza c’è: dieci liste civiche pronte a scendere in campo con Davvero per portare avanti temi importanti quali la tutela dell’ambiente, i diritti degli animali, abolire gli allevamenti intensivi. Le candidature sono aperte, per il momento sembra quasi certa la presenza di Peppe Ventura, consigliere uscente in cerca di riconferma. Sulle altre civiche, ancora per il momento, vige il massimo riservo così come sul nome del candidato sindaco il cui ragionamento si aprirà solo nel mese di gennaio quando si avrà un quadro più chiaro della situazione e delle alleanze su cui contare. Alleanze che, come anticipato, non coinvolgeranno il centro sinistra e, di conseguenza, il candidato sindaco che – come ampiamente anticipato – dovrebbe essere il primo cittadino uscente Vincenzo Napoli. L’unica certezza, almeno per il momento, sembra essere Michele Ragosta, intenzionato a seguire l’iter delle elezioni regionali, lavorando da protagonista pur non candidandosi.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->