Quarta Biennale d’arte contemporanea di Salerno

Scritto da , 6 Novembre 2021
image_pdfimage_print

“Lunatica” è il titolo della 4° Biennale di Arte Contemporanea di Salerno perché ogni artista, come la luna, ha un lato oscuro che non mostra mai. La rassegna apre i battenti oggi alle ore 18.30 presso Palazzo Fruscione nel cuore del centro storico di Salerno e vede la partecipazione di 233 artisti, tra provenienti da ogni parte del mondo. Quest’anno viene dedicata una sala al maestro Bartolomeo Gatto, scomparso di recente. Le opere selezionate, tutte inedite e rappresentative della pittura di Gatto, esaltano la natura e cristallizzano l’attimo che diventa eterno. Masse colorate dalla luce, pervase di vita, ci chiedono aiuto per conservare la purezza del loro ambiente. Raccontano storie di passione, di gelosia, di amicizia. Sentimenti forti e chiari. Paesaggi dove l’uomo è stato volutamente dimenticato, resta solo un ancestrale ricordo nella forma antropomorfa di qualche roccia. La pittura di Gatto si evolve: si abbandona la staticità con frammenti di rocce, spigolosi, morbidi, ondeggianti e diretti, che vanno alla conquista di nuovi spazi. Dinamiche forme di colore che corrono lungo la superficie della tela, in un movimento sinuoso e vibrante. Ogni tanto una luna, ma talvolta anche due, si affaccia in una valle desolata. Quel pianeta ci ribalta la prospettiva: quella è la terra su cui vivono gli uomini che diventano spettatori di quei mondi colorati.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->