Quando sfila la banda

Scritto da , 18 Febbraio 2021
image_pdfimage_print

Questa sera alle ore 19, l’appuntamento “In prima fila con…”sui canali social del quotidiano Le Cronache, avrà ospite il Premiato concerto bandistico “Città di Minori”, oltre 150 anni di musica

 Di OLGA CHIEFFI

L’ immagine della banda che alberga nell’immaginario di noi tutti è quella della sfilata. Seguire il passo di una banda è una simpatica esperienza, “si può arrivare dove si vuole. Aboliamo i bus prendiamo le bande” consigliava Ennio Flaiano nei suoi scritti umoristici, e in tempi di Covid, ove anche questo piacere ci è stato tolto, sarà il contenitore virtuale di Le Cronache “In prima fila con…”, questa sera, alle ore 19, sui canali social la pagina Fb e quella Youtube del nostro quotidiano, a farci rincontrare i fiati, i legni, gli ottoni lucenti, le percussioni, di una formazione, legata nel sentire di noi tutti, alla festa, o anche a momenti storici fondamentali per il nostro paese, quali quel Risorgimento che ci sentiamo di prolungare fino alla liberazione di Trento e Trieste, sfociato poi nello sbarco Alleato, che contaminò anche il repertorio bandistico. Ad accompagnarci in questo universo bandistico, che è molto particolare e affascinante, avremo quale prestigioso ospite il direttivo del Premiato Concerto Bandistico “Città di Minori”, con il trombonista e direttore artistico Gioacchino Mansi, il Maestro Giovanni Vuolo e diverse prime parti che ci racconteranno, la storia di questa formazione, attiva dal 1863, anno di fondazione del corpo musicale municipale, giunta fino ad oggi. La Costiera è sempre stata un grande serbatoio di valenti strumentisti che hanno dato sempre nuova linfa al Premiato Concerto Bandistico “Città di Minori”, mantenendolo sempre verde, vivo e pulsante e facendolo diventare parte essenziale del tessuto sociale locale. Nel corso degli anni ha visto maturare sempre di più la sua professionalità e la sua bravura fino a diventare un punto fermo in numerosi eventi musicali, manifestazioni culturali, parate e concerti a tema, sia in ambito locale e provinciale che nazionale ed internazionale, riscuotendo ovunque unanime consenso. È composto da musicisti giovani e meno giovani, diplomati e diplomandi presso il Conservatorio Statale di Musica “Giuseppe Martucci” di Salerno. È attivo anche nel campo sociale e della formazione svolgendo opera di aggregazione e proponendosi soprattutto ai giovani in una crescente azione di sensibilizzazione all’ arte della musica. A tal fine, da quindici anni, è attiva la Scuola di Musica Cittadina “Vittorio Cammarota”, gestita dalla stessa associazione musicale “Edvard Grieg” in collaborazione con l’ Associazione Musicale Costiera Amalfitana, presso la quale sono attivi anche i corsi pre-accademici in convenzione con il conservatorio di Salerno unici in Costiera Amalfitana. Con loro evocheremo la grande tradizione del repertorio marciabile, degli storici maestri Abbate, Lufrano, Ippolito, Orsomando, Marchesiello, Lacerenza, Piantoni, Centofanti e il repertorio del cosiddetto “servizio di piazza”, che spazia dalla musica sinfonica alla musica leggera musiche tratte dalla più belle colonne sonore dei film italiani e stranieri e fantasie di canzoni italiane degli anni Sessanta e Settanta, con originali arrangiamenti dedicati alla banda di Minori.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->