Pugilato, da Salerno in giro per il mondo: Dario Socci

Scritto da , 25 settembre 2018
image_pdfimage_print

Da Salerno in giro per il mondo. È la storia di Dario Socci, affermato pugile 29enne salernitano. Lo sportivo qualche giorno fa ha ripreso la sua attività professionistica dopo un lungo infortunio alla mano, che lo ha tenuto fermo diverso tempo. “Combatto da anni in giro per il mondo, ho combattuto per anni a NY”. Proprio nella grande mela Socci ha firmato il primo contratto della sua carriera. “Ho combattuto per eventi singoli anche in Germania, Messico, Sud Africa, Serbia e qualche giorno fa in Repubblica Ceca”. Proprio nello stato nato dalla scissione cecoslovacca è avvenuto il suo match di rientro:”Sono tornato sul ring dopo un grave infortunio in Messico. Ho patito una frattura alla mano. Delle cure di è occupato Davide Sessa del GruppoForte che ringrazio sentitamente”. L’avversario affrontato ad Usti and Lambem, cittadina ceca al confine con la Germania, è stato l’austriaco Kubica, avversario solido che viene dalle arti marziali miste (MMA). Il primo round è stato di studio, nel secondo ci sono stati pochi scambi ma decisivi secondo Socci “In quei momenti ho capito quali potevano essere i suoi punti deboli. Al terzo round ho costruito una bella azione dove ho chiuso con un montante sinistro al fegato che ha chiuso il match”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->