«Psi presente in tutti i comuni al voto, Lanzara persona idonea a fare il sindaco»

Scritto da , 17 maggio 2018
image_pdfimage_print

Erika Noschese

Il Partito Socialista Italiano ancora una volta si fa trovare pronto alle elezioni amministrative. Uno sforzo importante per questa tornata elettorale che li vedrà presenti in tutti i comuni al voto, con candidati di riferimento socialista. Vera eccezione, Pontecagnano Faiano che ha visto rispolverare il simbolo Insieme – nato, in occasione delle politiche, dall’unione di Verdi, area civica e socialisti, per l’appunto. Nomi forti, competitivi, fatta di giovani di grande esperienza, uomini e donne con professioni importanti, come quelli che tenteranno di conquistare Palazzo di Città, nel comune guidato attualmente da Ernesto Sica. E questa sera, alle 19.30, il Psi di Pontecagnano presenterà la squadra dei sedici candidati della lista Insieme con Lanzara sindaco presso la sede del paritto, in via Marconi. All’incontro interverranno Marco Venetucci, coordinatore della lista “Insieme con Lanzara Sindaco”; Silvano del Duca, segretario provinciale del Partito Socialista di Salerno; Giuseppe Lanzara, candidato a sindaco, ed Enzo Maraio, consigliere regionale dei socialisti. Ancora una volta il Partito Socialista ha puntato su un gruppo di donne e uomini eterogeneo per età ed esperienza personale e professionale. Tra questi spicca il nome di Luca Bisogno, segretario cittadino e capolista. A fare il punto della situazione è il consigliere regionale Enzo Maraio.

Consigliere, dopo il voto del 10 giugno, da dove deve ripartire Pontecagnano Faiano?

«Peppe Lanzara è riuscito a costruire intorno a sé una coalizione coesa, unita e ampia, grazie alla sua capacità personale di intrattenere rapporti. Figura assolutamente necessaria e idonea per risaltare Pontecagnano Faiano che ha bisogno di un rilancio di discontinuità rispetto a chi l’ha amministrata fino ad ora. Io dall’esterno ho la percezione immediata, vedendo lo sviluppo di Pontecagnano degli ultimi anni, di una città che non ha né testa né coda; una città all’interno della quale è mancato del tutto un disegno di sviluppo strategico. Credo che Pontecagnano, un po’ per il ruolo cerniera, un po’ per questa capacità di tenere intorno ad un centro una periferia varia e molto bella come la Costiera e la litoranea, ha in sé tutte le caratteristiche affinché un’amministrazione seria, come quella che faremo noi insieme a Lanzara, possa farsi carico di rilanciare il terziario, il commercio, il turismo, in simbiosi con Salerno e con l’area vasta che circonda, partendo da un contributo più importante e decisivo per il rilancio dell’aeroporto e quindi la filiera istituzionale sarà utile per questo rilancio. Credo che Pontecagnano debba e possa diventare anche un centro di maggior importanza su un’area vasta che è tutta quella che ricade anche sull’aeroporto».

Giuseppe Lanzara può essere una valida alternativa a Pastore e agli altri candidati alla carica di sindaco?

«Assolutamente si. Non solo una valida alternativa ma è la persona giusta perché la sua capacità personale di tenere insieme una coalizione e di ampliarla, tenendo tutti insieme nonostante il risultato straordinario di 5 anni fa ma non sufficiente a farlo vincere, è l’emblea di una persona idonea, capace, giovane ma con esperienza. Sono convinto che faremo una bella campagna elettorale e sicuramente arriveremo alla vittoria finale con Lanzara».

Dopo il voto delle politiche, il partito socialista e la lista Insieme, ha continuato a lavorare e i risultati sono visibili: candidati in ogni comune della provincia di Salerno.

«Assolutamente si, presenti in tutti i comuni chiamati al voto con nostri candidati. Abbiamo fatto delle scelte in assoluta autonomia, comune per comune, seguendo gli orientamenti delle sezioni locali, provando a dare il nostro contributo di rilancio in tutti i comuni del salernitano. Siamo convinti di essere, come spesso accade, non solo una sorpresa in campagna elettorale ma di essere decisivi per le vittorie delle coalizioni che sosteniamo».

Tra le varie difficolta che Pontecagnano sta vivendo su cosa bisogna intervenire prontamente?

«E’ delittuoso e inaccettabile che Pontecagnano non abbia la capacità di ripartire e rilanciare la propria economia, di dare speranza ai giovani con il rilancio di una fascia costiera che qualche decennio fa era viva, aveva tanti locali. Si è perso tutto. Bisogna vergognarsi di quella litoranea ed è delittuoso non rilanciarla attraverso un’azione che parta dall’amministrazione».

La lista Insieme si presenta ai suoi elettori. Sarà Luca Bisogno, segretario cittadino a capeggiare la lista e subito dopo si entra nel vivo di questa campagna elettorale. Cosa vi aspettate?

«L’obiettivo importante è tornare al Comune di Pontecagnano dove i socialisti sono assenti dal consiglio comunale da più di un decennio. L’opera che stiamo facendo, come a Cava de’ Tirreni, è ricandidarci e misurarci con l’elettorale per ritornare all’interno del Comune, recuperando la rappresentanza di area socialista, con l’idea di portare le nostre idee all’interno dell’amministrazione. Poi, vogliamo rilanciare una delle comunità più importanti della provincia, Pontecagnano, attraverso le innumerevoli risorse che sono state, purtroppo, non valorizzate dall’amministrazione Sica».

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->