Provincia, via 57 dipendenti: dovranno andare a Napoli

Scritto da , 1 Luglio 2016
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino

Firmeranno questa mattina a Palazzo Santa Lucia i 211 dipendenti delle province della Campania che sono stati trasferiti negli uffici della giunta regionale della Campania. Da lunedì prenderanno poi servizio presso le strutture indicate molte delle quali ubicate al centro direzionale. Sono 57 i dipendenti salernitani che lasceranno Palazzo Sant’Agostino e che questa mattina dunque firmeranno come gli altri colleghi delle altre amministrazioni provinciali un nuovo contratto. Per alcuni di loro c’è la possibilità che possano essere ricollocati in uffici regionali presenti sul territorio salernitano mentre per altri toccherà la trasferta napoletana ogni giorno. Un addio che non ha ricevuto, a quanto pare, neppure un saluto istituzionale. Ieri ultimo giorno di lavoro e pare che non ci sia stato nessun cenno da parte dell’attuale presidente Giuseppe Canfora. Questi i salernitani che saranno a Napoli ogni giorno: Katia Aversano, Vincenzo Botta assegnato al settore turismo ed ex consigliere provinciale; Maria Bottanico, l’ex dirigente della polizia provinciale Roberto Casini assegnato ora al settore agricoltura, caccia e pesca della Regione Campania; Valerio Catalano; Ugo Coccaro; Silvana Coda; Rosanna Colucci; Bianca Curci; Angelo D’Acquisto; Enrico D’Alessio; Claudio D’Arco; Massimiliano De Rosa; Annarosa De Sio; Pasquale Delli Gatti; Mariarosaria Delli Santi; Alfredo Di Matteo; Paolo Di Palma; Raffaele Di Serio; Maria Concetta Di Sevo; Mariagrazia Formicola; Mario Framino; Emilio Gasparri; Silvana Gigi; Giuseppa Ginepro; Arturo Gannelli; Rosalina Innamorato; Giuseppe Irace; Antonio Landi; Giuseppe Luongo; Giuseppe Lupo; Rita Masullo; Michele Matonti; Giovannina Meola; Filomena Montuori; Isidoro Napoli; Raffaele Orefice; Chiara Pacelli; Alfonso Palumbo; Antonella Palumbo; Lucio Paolillo; Rita Pecoraro; Cristina Peduto; Vincenzo Pepe; Antonio Pisapia (già consigliere comunale di Cava de’ Tirreni); Elena Quaranta; Luciano Ragazzi; Sabato Raimo; Francesco Rega; Daniela Laura Rinaldi; Elio Roatti; Carlo Russo; Antonio Salvemini; Michele Scelza; Gennaro Senatore; Giovanni Senatore; Maria Taurino; Maria Pia Viviano. Il trasferimento del personale è sostanzialmente imposto dalla legge Del Rio che ha trasformato le Province in enti di secondo livello. Si avvia dunque il processo di svuotamento delle amministrazioni provinciali con tutti i disagi che inesorabilmente saranno costretti ad affrontare i dipendenti trasferiti altrove, primo tra tutti il viaggio da pendolari che dovranno affrontare i dipendenti ogni mattina. Ultimo caso salernitano riguarda le posizioni economiche dei dipendenti in uscita, a tutti è stato riconosciuto soltanto il minimo sindacale senza eventuali posizioni organizzative.

 

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->