Progetti Itia, al via le attività di stage

Il Sindaco Cristoforo Salvati e l’Assessore alle Politiche sociali Raffaele Sicignano hanno dato il benvenuto ai 9 tirocinanti del Progetto Sociale Regionale Itia, che hanno iniziato le attività di stage presso il Comune di Scafati come operatori del verde. I 9 stagisti, affidati all’associazione Apeiron di Scafati per il percorso formativo previsto dal progetto attivato dall’Ambito di zona S01_1, hanno già acquisito competenze e conoscenze per la specifica mansione assegnata (operatore del verde) grazie ad una prima fase di formazione in aula di 150 ore. Erano presenti anche il vice sindaco Serena Porpora (con delega al “Verde pubblico”) e la responsabile dell’associazione Apeiron, Anna Malinconico.

“Diamo il benvenuto ai nostri 9 tirocinanti – ha dichiarato il Sindaco Cristoforo Salvati – che rappresenteranno risorse preziose per le attività di supporto al personale comunale impegnato quotidianamente per la cura del verde pubblico. Per loro sarà, di sicuro, un’esperienza determinante, sotto il profilo formativo e inclusivo. Attuare azioni per incentivare percorsi finalizzati alla formazione e all’integrazione è stato sempre prioritario per questa Amministrazione. Stiamo continuando a lavorare in tale direzione, convinti del fatto che la chiave di volta dello sviluppo delle comunità sia proprio nella capacità delle istituzioni di investire in attività che consentano di coniugare formazione, integrazione ed inclusione sociale”.“I nostri 9 tirocinanti – ha spiegato l’Assessore alle Politiche sociali, Raffaele Sicignano – hanno già iniziato le attività previste dalla fase di stage, supportando il lavoro dei nostri dipendenti per la manutenzione ordinaria del verde all’interno della Villa comunale. Siamo convinti che il contributo di queste risorse, che dovranno svolgere un tirocinio di 250 presso il nostro Ente, sarà di fondamentale importanza.Ringrazio l’associazione Apeiron per il lavoro svolto. Ho partecipato anche io ad alcune attività della fase teorica e ho avuto modo di apprezzare l’impegno di questi aspiranti operatori del verde, la loro voglia di fare, il loro entusiasmo, elementi indispensabili per operare bene, qualificarsi ed accedere, successivamente, al mondo del lavoro.”“L’obiettivo – ha aggiunto la responsabile dell’associazione Apeiron, Anna Malinconico – che si intende centrare con l’attuazione di questi progetti è coniugare la formazione con l’inclusione sociale, garantendo ai tirocinanti di acquisire competenze e conoscenze necessarie per qualificarsi, mettendosi allo stesso tempo al servizio delle comunità. E’ in questo modo che si dà attuazione al concetto di cittadinanza attiva. Scegliere di effettuare la fase di stage presso i Comuni è un modo per avvicinare il cittadino alle istituzioni, ristabilendo tra loro un patto di reciproca fiducia”.