Processo troppo lungo, lo Stato deve risarcire

Scritto da , 10 Febbraio 2020
image_pdfimage_print

di Pina Ferro

Processo troppo lungo, lo Stato dovrà risarcire la ricorrente. Ha atteso sedici anni prima di ottenere una sentenza. A stabilirlo è stata la Corte di Appello di Salerno alla quale si era rivolta unadonna salernitana, R.C, attraverso lo studio legale associato Orlando Caponigro – Antonella De Luca. I giudici della Corte di Appello di Salerno – sezione Lavoro hanno accolto la domanda proposta da R.C. – con la quale veniva richiesto il riconoscimento dell’indennizzo dovuto all’irragionevole durata del processo, secondo quanto previsto dalla ex legge del 24 marzo 2001, numero 89 – nota come legge Pinto – (dal nome del suo estensore, Michele Pinto). La legge Pinto prevede e disciplina il diritto di richiedere un’equa riparazione per il danno, patrimoniale o non patrimoniale, subito per l’irragionevole durata di un processo. Nel caso di specie la ricorrente aveva atteso oltre 16 anni per ottenere una decisione definita dall’autorità giudiziaria, tempistica che aveva pregiudicato i diritti dell’interessato e comportato stress e ansie per l’attesa della decisione. I giudici della Corte di Appello presso il tribunale di Salerno hanno stabilito che lo Stato, nello specifico ilMinistero di Giustizia, debba pagare a R.C. la somma di 2.933,33 euro oltre gli interessi. Il termine ragionevole di durata del processo va individuato, come riportato nell’articolo 2comma 2 bis della legge numero 89/2001 e successive modifiche, in tre anni per il giudizio di primo grado ed in due anni per il giudizio di secondo grado, anche in considerazione della complessità del caso, dell’oggetto del procedimento, del comportamento delle parti nonchè degli altri soggetti chiamati a concorrere o a contribuire alla sua definizione. Nel caso specifico il processo di primo grado che vedev come attore R.C. ha avuto una durata di 7 anni e 4 mesi (con un ritardo rispetto alla ragionevole durata del processo di 4 anni e 4 mesi); mentre il processo di secondo grado è durato

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->