Processo Palermo: udienza rinviata al 29 maggio

Scritto da , 23 Maggio 2019
image_pdfimage_print

L’udienza sul caso Palermo si è chiusa di fatto senza dibattimento ed è stata rinviata al 29 maggio. Sergio Santoro (presidente della corte d’appello) ha comunicato la propria astensione a causa di un articolo pubblicato quest’oggi da Repubblica.

In pratica si è provato a ricostituire il collegio con un quinto giudice che però si è detto non a conoscenza degli atti: da qui la decisione di rinviare l’udienza al 29 maggio.

L’Avvocato della Salernitana Gentile  ha dichiarato: “Il presidente si è astenuto, situazione antipatica. E’ arrivato con un articolo tra le mani in cui si sottolineava che era stato indagato per corruzione in passato. E lo stesso presidente Santoro ha ritenuto di non avere serenità per affrontare l’udienza.

Il tutto rinviato al 29 alle 16.30, ricostituendo il Collegio con un altro presidente. Intanto bisogna considerare che un provvedimento di un magistrato e che dovrà essere confermato e convalidato dal Collegio, ma è impugnabile al Consiglio di stato.

E’ un provvedimento che ha una serie di problemi che non stati affrontati. Se esiste ad esempio la parità di trattamento tra le squadre. Il tutto è opinabile. Penso che quest’anno sia stato molto confuso e travagliato. Spero che si voglia riesaminare tutto l’assetto. Ma deve farlo la Federcalcio, no problema della Lega.

Lotito non c’entra nulla in questa decisione. La questione è assolutamente irrilevante per la Salernitana, ma avere un chiarimento a quella che è la normativa. Se non c’è una decisione autorevole da parte della Federcalcio, si giocheranno secondo me i playout”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->