Priscilla Salerno col Nuovo Psi, no di Casciello e Memoli

Scritto da , 17 Agosto 2021
image_pdfimage_print

È destinata a far discutere la candidatura al consiglio comunale di Salerno della pornostar Priscilla Salerno. A far scatenare il caos, le dichiarazioni del coordinatore provinciale del Nuovo Psi Antonio Di Cunzolo che ha accolto la proposta della Salerno, all’anagrafe Tina Ciaco dopo la proposta avanzata da quest’ultima per un posto in lista nel centrodestra. “I liberal socialisti del Nuovo Psi sono lieti di raccogliere la disponibilità di Priscilla Salerno e di candidarla alle prossime amministrative di Salerno – ha dichiarato Di Cunzolo – Priscilla, in questi ultimi anni, ha condotto battaglie importanti sui rischi del revenge porn, è stata in prima fila per denunciare le violenze contro le donne. Ha lavorato affinché il mondo del porno abbandonasse le scene di violenza. È entrata nelle scuole, ha partecipato a convegni in tutta Italia con le associazioni degli avvocati, molti accreditati per riconoscere punteggi ai professionisti, ha lavorato con psicologi ed autorevoli magistrati. Il suo impegno va accolto e rilanciato”. “Nei prossimi giorni – aggiunge – parleremo con la colazione ed in maniera particolare con Forza Italia per organizzare la nostra presenza su Salerno”. Una proposta che trova pieno accoglimento anche da parte del segretario nazionale Lucio Barani “I socialisti sono sempre stati dalla parte di chi combatte i pregiudizi e di chi si caratterizza per battaglia di libertà e civiltà. Con Priscilla avvieremo un ragionamento e se sono garofani, fioriranno”. “Salerno è la città nella quale sono nata, dove vive la mia famiglia. Spero – ha sottolineato la pornostar salernitana – di dare un contributo e di essere giudicata, senza pregiudizi, per le battaglie che intendo fare. Per i giovani e nelle scuole per raccontare i rischi del web, per le donne. Per immaginare eventi internazionali nella città. Scelgo il campo del centrodestra, moderato e costruttore, perché qui ho più sintonia. Non farò le battaglie contro nessuno, non è il mio stile cercare nemici”. Priscilla Salerno approda nel Nuovo psi dopo la bocciatura a Ragosta della coalizione che fa capo alla Barone. Ma l’annuncio del Nuovo psi scatena reazioni anche nel centrodestra. Ad insorgere è infatti il parlamentare di Forza Italia Gigi Casciello: “Il mio non è un giudizio morale ma parlo per motivi di opportunità politica, visto che Priscilla Salerno ha fatto il giro delle sette chiese in questa campagna di preparazione delle liste, dando la sua disponibilità a tutti – ha attaccato Casciello – Mi sembra inopportuna l’uscita del Nuovo Psi di inserire la signora Salerno. Ritengo ci siano ben altre testimonianze di battaglie sui diritti delle donne e Revenge porn combattute in maniera meno discutibile di quanto lo faccia la Salerno”. Da qui l’appello a Fasano affinché impedisca la candidatura di Tina Ciaco ma, ha aggiunto, “se così non dovesse essere sarebbe la goccia che fa traboccare il vaso, mi sentirei disimpegnato e molti dei candidati che hanno la disponibilità sarebbero pronti a ritirarla”. Si dichiara contrario anche Salvatore Memoli, candidato al consiglio comunale a sostegno del candidato sindaco Michele Sarno: “Personalmente sono contrario non per gli appellativi e i temi che sono stati identificati con la signora – ha dichiarato Memoli – I temi sono tutti importanti, scottanti ed attuali e vanno assunti, compatibilmente con le posizioni politiche, con impegno comune. Mi dispiace che la signora Priscilla sia stata in prima battutta “offerta” a Michele Tedesco, poi ha parlato bene di Vincenzo De Luca, poi fino ad ieri era la candidata di Ragosta con la Barone, stasera passa con il Nuovo Psi e con Michele Sarno. La signora é in modo evidente strumentalizzata alla bisogna da chi ha giocato un dietro le quinte di questa campagna elettorale con una tattica schifosa, contraddittoria e divisiva. Costui si porta sulla coscienza tanti errori. Al portavoce invece dico che i temi della signora Priscilla li può rappresentare benissimo con una sua candidatura, essendo vergine di altre adesioni e conoscendone bene i percorsi. Ovviamente il leader che dirà l’ultima parola é Michele Sarno”. Solo pochi giorni fa infatti era uscita fuori una indiscrezioni, confermata anche da Michele Ragosta, che vedeva Tina Ciaco nella lista dei Davvero ma, prima ancora, la salernitana aveva espresso parole di stima nei confronti del governatore De Luca. Oggi, invece, il sostegno al centrodestra.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->