Premiati i vincitori del Torchiara Story Festival

Scritto da , 12 Ottobre 2021
image_pdfimage_print

Premiati ieri, nella sede della Fondazione de Stefano, a Ogliastro Cilento, i vincitori di Cilento Story, il concorso letterario del Torchiara Story Festival che chiude la settima edizione del salotto delle storie. Riservato a scrittori e fotografi, provenienti da tutta Italia, la partecipazione ha riscontrato un notevole successo, attestandosi come una competizione che va ben oltre il paese medievale di Torchiara, dove si propone e sviluppa. Anche quest’anno, sarà la casa editrice Licosia Edizioni a pubblicare nel volume Genio e sregolatezza. Racconti da Cilento Story 2021 gli elaborati e i testi che la giuria ha valutato più interessanti. “Sono molto gratificata, poichè” – ha dichiarato Angela Riccio, ideatrice dell’evento e patron della dimora storica Borgo Riccio, che offre ospitalità ai vincitori – “il tema scelto come fil-rouge per i racconti di quest’anno, dedicato ad Einstein ed al suo estro creativo, è stato premiante e formativo, e non poteva essere altrimenti”. Commentando con soddisfazione, le fa eco Gennaro Guida, Presidente di giuria: “I molti racconti pervenuti da ogni regione ci rafforzano nella convinzione di quanto tali iniziative siano fondamentali per promuovere un territorio ricco di storia e di cultura come il Cilento, creando punti di connessioni e confronto”. Tra i racconti arrivati, i giurati ne hanno selezionati venti per la pubblicazione dei tre i vincitori assoluti, cui si aggiungono altri tre premiati per la sezione Fotografia. Dieci i racconti provenienti dalla Campania, contro i quindici della Lombardia, seguiti dagli undici del Lazio, otto della Toscana e sette dal Veneto, mentre tutte le altre regioni sono state rappresentate da numeri inferiori di partecipanti. Tutti d’accordo per il primo premio assegnato a Cristina Giuntini di Firenze, con il suo racconto Amy, amy, amy; il secondo premio va a Eleonora Ricciardo, di Roma che ha presentato Alberto co co, mentre il terzo posto se lo aggiudica Lucia Ielpo, campana di Battipaglia, per il suo Coffee entanglement. A ricevere il primo posto assoluto per la migliore fotografia è Manola Massimo di Termoli, per l’immagine Fly high; il secondo se lo aggiudica Adalberto Fornaro di Napoli con l’immagine Tutto è relativo, mentre la terza classificata è Chiara Vallarino di Savona per Giochi di prospettiva. Una commissione di giuria che non ha concesso sconti, presieduta da Gennaro Guida, scrittore di libri per ragazzi e consigliere delegato alla Cultura e al Turismo di Torchiara, da Raffaele Aragona, tra i fondatori di Oplepo in Italia, nonché autore dei famosi dizionari Zanichelli, e da Nunziante Mastrolia, anima e proprietario della casa editrice Licosia. Il libro edito con l’intera raccolta sarà disponibile sui più importanti store on line.

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->