Poche emozioni ma un punto che vale La Nocerina torna imbattuta da Portici

Scritto da , 5 novembre 2018
image_pdfimage_print

di Filippo Attianese

PORTICI – NOCERINA 0-0

PORTICI (4-2-3-1): Marone; Boussaada, Sall, Cretella, Salimbé (27’ st Atteo); Nappo, Marzano (45’ st Vaccaro); Felleca (13’ Carrafiello), Onda, Sorrentino; D’Angelo (27’ st Panico). A disp.: Antico, Masso, Marrella, La Torre. All.: Liguori.

NOCERINA (3-4-1-2): Feola; Vuolo, Caso, Salto; Odierna (41’ st De Feo), Cardone (46’ st Vatiero), Pecora, Festa; Ruggiero (27’ st Orlando); Giorgio (33’ st Cioffi), Simonetti. A disp.: Novelli, Accardo, Di Fraia, Di Martino, Petillo. All.: Viscido.

ARBITRO: Villa di Rimini.

NOTE: 500 circa con folta rappresentanza ospite.

AMMONITI: Salimbé, Boussaada (P), Caso, Pecora, Orlando (N).

Pareggio a reti inviolate nella sfida play-off fra Portici e Nocerina. Si chiude sullo 0-0 il match del San Ciro; un risultato sostanzialmente giusto al termine di una gara tirata e tatticamente bloccata. Viscido non muta l’abito della sua Nocerina. Si riparte del 3-4-1-2 utilizzato nelle ultime uscite. Ancora panchina per Orlando; in avanti, accanto al bomber Simonetti, c’è Giorgio. Anche il Portici, reduce da quattro risultati utili consecutivi, non  cambia molto rispetto alle attese: Liguori ripropone un 42-3-1 piuttosto offensivo. Il bomber Sorrentino opera largo a sinistra, andando a completare il tridente di trequartisti alle spalle dell’unica vera punta, D’Angelo. L’avvio di gara è piuttosto equilibrato e non regala grossi sussulti: la Nocerina si fa preferire sul piano del palleggio ma fatica a far breccia nel solido schieramento dei padroni di casa; il Portici appare più sornione, fatica a far gioco ma mostra di poter far male con i lampi improvvisi di Sorrentino ed Onda. La prima vera occasione è di marca rossonera ed arriva solo a metà frazione: Ruggiero ci prova dalla distanza, la sfera manca di poco lo specchio della porta. Pochi minuti dopo dal lato opposto è Falleca a tentare la sortita offensiva: la sua conclusione, però, è ben disinnescata da Feola. Nel finale di tempo si rivede la Nocerina con Odierna che, sugli sviluppi di un corner, anticipa tutti ma manca di poco il bersaglio. La ripresa si apre con lo stesso spartito del primo tempo: squadre guardinghe, emozioni col contagocce, tanto tatticismo. I molossi sono più pimpanti e premono con insistenza; Simonetti manca la deviazione vincente su cross di Odierna; Giorgio ci
prova dalla distanza ma la sfera si perde fuori di un soffio. Col passare dei minuti, però, la verve rossonera si spegna e la grande occasione è per il Portici: Sorrentino si accentro e prova il tiro a giro; il pallone passa vicinissimo al secondo palo. Nel finale di gara la Nocerina si ritrae a difesa del risultato, il Portici prova ad avanzare un po’ il baricentro ma non riesce mai a rendersi realmente pericoloso. E così la gara scivola via verso lo 0-0 finale senza altre emozioni. Un risultato utile per i molossi, che mantengono la seconda posizione con una lunghezza di vantaggio sulle inseguitrici.

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->