Piano delle opere pubbliche ridotto all’osso

Scritto da , 29 Gennaio 2013
image_pdfimage_print

Piano delle opere pubbliche ridotto all’osso. In città, il Comune  eseguirà per il 2012 pochi interventi, menre altri vengono rinviati al 2013 e  al 2014. Causa di questo slittamento, che potrebbe essere non l’ultimo, è la  crisi economico -finanziaria che soffoca l’amministrazione comunale, le scarse  o inesistentenze certezze sulle fonti di finanziamento. I commissari  straordinari Michele Mazza, Laura Cassio e Francesco Scigliuzzo hanno, così,  cassato dal piano delle opere pubbliche molti lavori previsti per il 2012,  lasciando solo quelle prioritarie. “Salvati” gli interventi di manutenzione  straordinaria, il completamento di opere già avviate o divise in lotti, le  opere con progetti esecutivi approvati, e gli interventi con finanziamento  pubblico o privato. Rimangono in lista tutti quei lavori i cui finanziamenti  sono certi. In totale, gli interventi fatti salvi ammontano a 590 mila euro complessivi. L’ok è arrivato per la manutenzione straordinaria di alcune  scuole ed edifici pubblici, e per la pavimentazione di alcune strade,  interventi finanziati con gli oneri di urbanizzazione. Ci sarà l’attesa  riqualificazione ambientale dell’area parco di via Amalfitana (grazie ai 350 mila euro messi a disposizione dalla Regione).Per l’anno prossimo, sono previsti oltre 15 milioni di euro di lavori pubblici e altri 14 milioni di euro per il 2014, ma alcune di essi sembrano appartenere a un libro dei sogni. Tra gli interventi rinviati al 2013, la manutenzione ordinaria e straordinaria del cimitero, la ristrutturazione dei loculi Villani, l’ampliamento del camposanto lato nord e la realizzazione del parcheggio lato est di via Leopardi. Procrastinate l’ultimazione della nuova caserma dei carabinieri in via Pittoni, la realizzazione di una vasca di raccolta e collettore di scarico di via De Gasperi, il completamento della ristrutturazione di Palazzo San Carlo e della scuola media “Manzoni”, il completamento del collegamento tra via Martiri di Nassirya e l’ampliamento di via Durano, l’urbanizzazione primaria del comparto via Guerritore e via Leopardi, la realizzazione della rotatoria tra via Leopardi e via Sorvello e l ‘ampliamento della corsia nord della rotatoria di via Mangioni. Previsto anche  l’intervento in zona Peep con la realizzazione della strada di collegamento in via Mangioni, e il completamento dell’urbanizzazione in zona Peep via Taurano.  Per il 2013 previsti anche l’adeguamento e l’ampliamento della scuola  elementare di via Flaucinola, il completamento dell’impianto sportivo del  centro sociale di via De Gasperi, intervento previsto anche nel piano delle  opere del 2014. Procrastinate la costruzione di una nuova scuola materna ed elementare in via traversa Taurano in seno al comparto Peep,  la creazione dell’impianto di pubblica illuminazione, dei sottoservizi e della pavimentazione stradale in via Criscuolo, via Califano, via Caduti di Superga e via Trento. Ancora nel 2013, dovrebbe essere realizzata la strada di collegamento tra via Trento e via Cauciello e dovrebbero essere installati gli impianti fotovoltaci sui tetti degli edifici comunali. Nel 2014 si prevede il completamenteo delle opere di mitigazione del rischio idrogeologico in via De Gasperi, la riqualificazione del comparto urbano di via Della repubblica dove è prevista la realizzazione di box auto e attrezzature generali, le opere di completamento del mercato ortofrutticolo, l’ampliamento di via traversa Taurano e la creazione dell’impianto di pubblica illuminazione.  Via De Gasperi, corso Ettore Padovano e via Sant’Erasmo dovrebbero cambiare  look” a partire dal 2014 e via Pesca dovrebbe essere ampliata.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->