Patto camorra-mafia nei trasporti, un arresto

Scritto da , 5 Maggio 2015
image_pdfimage_print

La Polizia ha arrestato a Frignano (Caserta) il 39enne Nicola Pagano, condannato con sentenza definitiva nell’ambito del processo su “La Paganese Trasporti”, l’azienda di San Marcellino che grazie ad un accordo tra clan dei Casalesi e Corleonesi divenne monopolista nel settore del trasporto frutta dai mercati ortofrutticoli di Fondi (Latina), Aversa (Caserta), Giugliano (Napoli) e Pagani (Salerno) alla Sicilia. A processo sono stati condannati anche i capi delle due cosche, Nicola Schiavone, figlio di Francesco “Sandokan” Schiavone, e Gaetano Riina, fratello di Totò Riina. Pagano – che deve scontare un residuo di pena di un anno e quattro mesi – è fratello minore di Costantino Pagano, il titolare de “La Paganese”. I due furono arrestati nel blitz del maggio 2010 che portò in cella 68 persone per vari reati tra cui l’associazione per delinquere di stampo mafioso.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->