Passano con i soli voti della maggioranza bilancio e dup, “minoranza nervosa”

Scritto da , 28 Maggio 2022
image_pdfimage_print

Approvato il bilancio di previsione 2022/2024 nell’ultima assise cittadina terminata giovedì sera a Palazzo San Francesco: il documento è stato approvato con i soli voti della maggioranza e uno contrario dell’opposizione. l Consiglio Comunale ha approvato, con i soli voti della maggioranza e il voto contrario della minoranza, Un bilancio che- secondo l’amministrazione guidata da Giuseppe Canfora- guarda alle esigenze delle famiglie, delle imprese, della crescita e dello sviluppo di Sarno e che prevede importanti investimenti e nessun aumento della pressione fiscale. “Un bilancio di previsione coerente con gli obiettivi del pareggio di bilancio e degli equilibri finanziari. “Solido e virtuoso – ha spiegato l’assessore Francesco Squillante- , frutto di una gestione efficiente e di scelte politiche ponderate”. Contestualmente al bilancio di previsione è stato approvato il documento unico di Programmazione (Dup) per gli esercizi 2022-2024. Si tratta di due atti che danno conto di quello che sarà il lavoro dell’amministrazione comunale di Palazzo San Francesco fino al 2024 dal punto di vista programmatico. Prima dell’inizio dei lavori consiliari, è stato osservato un minuto di silenzio in ricordo dell’ex Presidente del Consiglio dei Ministri Ciriaco De Mita e del dipendente comunale Domenico Liguori, scomparso qualche giorno fa. L’intero Consiglio Comunale ha poi rivolto un abbraccio corale al Consigliere Franco Robustelli, augurandogli una pronta guarigione e un presto ritorno tra i banchi del Civico Consesso. “I conti a posto e le tasse non aumentate nonostante tutto questi i motivi di nervosismo di qualche esponente dell’opposizione che ha pensato bene di sfogare la propria rabbia ancora una volta sulle sedie del Consiglio, con grida ed altro”, dice l’assessore Eutilia Viscardi. Che aggiunge. “Quanto poi al tentativo di far credere che il sindaco vuole chiudere l’ospedale- scrive sui social l’amministratore-, si vede che non hanno altri argomenti. A noi tocca sicuramente il compito di difenderlo e di agire insieme a tutti i cittadini ma anche le pietre a terra sanno che la gestione dell’ospedale non è comunale. Dobbiamo lottare, questo sì. Io credo che prendere in giro i cittadini sia sbagliato anche perché li si sottovaluta, prima o poi ti sgamano”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->