Pagani. Vigili: «Mai sotto lo straniero». Malumori per un comandante non del corpo

Scritto da , 30 luglio 2015
image_pdfimage_print

Pubblicato oggi nel numero in edicola di Le Cronache

PAGANI. Cambio al vertice della Polizia municipale. Nel 2015 è in programma l’arrivo di un comandante esterno al corpo dei vigili urbani di via Carmine.
Una notizia che non sarebbe stata presa di buon grado dai vigili della città.
La decisione di cambiare il comandante sarebbe stata adottata direttamente dal sindaco Salvatore Bottone che nei giorni scorsi ha chiesto di incontrare gli agenti in servizio presso il comando paganese per comunicare loro la notizia dell’avvicendamento al vertice dei caschi bianchi.
Vari i nomi che si susseguono da giorni, ma al momento nessuno è stato ancora scelto anche perché è stata avviata esclusivamente la procedura propedeutica alla delibera di indirizzo che serve ai sindacati di categoria e al ministero per procedere alla nomina.
L’intenzione del primo cittadino è quella di inserire nella programmazione triennale per il 2015 l’assunzione di un comandante per il corpo di polizia locale, un vigile urbano e altre figure che l’amministrazione individuerà per soddisfare alcune esigenze di organico.
Il nuovo comandante, comunque, verrà scelto al di fuori dal corpo di polizia municipale della città.
E’ probabile che le altre figure di cui necessità la macchina comunale siano prese facendo “shopping” tra i dipendenti della Provincia di Salerno che, come le altre, a breve saranno smantellate. Del resto, proprio per la polizia provinciale è in corso di conversione in legge del decreto n.78/2015 (approvato già dal senato e lo dovrebbe essere anche dalla camera dei deputati il 18 agosto prossimo) : tale norma prevede il transito degli agenti nei corpi dei vigili urbani e che i Comuni non possano assumere altri caschi bianchi fino a quando non saranno assorbiti tutti i poliziotti provinciali. Il corpo della polizia municipale di Pagani così come è attualmente proprio non va. Ma, in verità, va ricordato che lo stesso è formato da poche persone (il numero è di gran lunga sottodimensionato rispetto alle esigenze e allo stesso organico previsto in pianta), spesso poco motivate e per lo più con una media di età molto elevata. La città ha bisogno di un nuovo corpo di polizia locale con più uomini e rinnovato anche nella catena di comando. Ne ha bisogno a partire dalla gestione del traffico e  della sosta (vedi il parcheggio selvaggio in molte strade della città e in particolare in via De Gasperi) ma anche per il controllo dei rifiuti, la sicurezza urbana e la disciplina e i controlli per il commercio autorizzato e soprattutto quello abusivo.
Lucia Trotta

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->