Paganese, Sottil pronto a dare spazio alle seconde linee

Scritto da , 8 Maggio 2015
image_pdfimage_print

PAGANI. Sotto con l’ultima fatica di questa stagione. Una stagione che, tutto sommato, si è chiusa nel migliore dei modi per la Paganese e per i suoi tifosi vista la salvezza raggiunta domenica scorsa con il Martina Franca. Un campionato lungo ed estenuante ma che alla fine ha sorriso dunque al team di Andrea Sottil che proprio sul filo di lana è riuscito ad evitare la lotteria dei play out. Tutto bene quel che finisce bene quindi ma adesso è tempo di pensare al Foggia. Oggi la squadra riprenderà gli allenamenti per una seduta comunque sia di rifinitura e utile per capire la squadra che Sottil manderà in campo allo “Zaccheria”.  Non ci sarà Moracci, squalificato, ma non ci saranno sul rettangolo verde molti dei protagonisti della cavalcata salvezza. Verosimilmente quindi verrà concesso spazio ai vari Novelli, Djibo, Cancelloni, Galoppo, Gai, Bussi e Biasci che fino ad oggi non hanno avuto modo di mettersi in mostra. A partire da lunedi però il diggì D’Eboli inizierà a pianificare il futuro. Partendo dalla riconferma di Andrea Sottil. E’ lui infatti il nodo principale da risolvere per la Paganese perché nel qual caso l’ex bandiera del Genoa abbandonasse la nave si andrebbe a creare un vuoto difficile da colmare. Di allenatori giovani e bravi in giro non ce ne sono molti ed ecco spiegato il motivo per cui D’Eboli cercherà in ogni modo di convincere Sottil a rimanere almeno per un altro anno a Pagani. Fare previsioni in questi casi è però sempre impresa ardua e allora meglio attendere il naturale corso degli eventi. Ovviamente con la permanenza di Sottil il lavoro di D’Eboli sarebbe di molto facilitato e anche per quel che concerne la campagna acquisti tutto o quasi verrebbe deciso di comune accordo con l’allenatore. Comunque di tempo ce n’è in abbondanza e allora meglio non affrettare troppo le cose. D’Eboli sa gestire queste situazioni al meglio e anche nel caso in cui Sottil se ne andasse arriverebbe a Pagani un nuovo allenatore giovane e motivato così come lo era Sottil fino a qualche mese fa. Erra in primis e Corda subito dopo rappresentano delle alternative di buon livello ma fino a quando non si sarà risolta la questione con Sottil nulla potrà essere deciso.
Raffaele de Angelis

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->