Paganese, a fine stagione sarà rivoluzione

Scritto da , 7 Maggio 2015
image_pdfimage_print

di Raffaele de Angelis

PAGANI. Resterà Sottil o arriverà un nuovo condottiero? A questa domanda, almeno per ora, non è ancora giunta una risposta. Tuttavia la dirigenza è al lavoro per mettere al suo posto il primo tassello della nuova stagione agonistica in attesa, è logico, che finisca ufficialmente questo campionato con la gara di Foggia in programma domenica. Con la salvezza in tasca però è facile ipotizzare come in società stiano ovviamente già pensando al futuro con D’Eboli impegnato in prima fila come sempre da tantissimi anni a questa parte.  Un futuro che comunque, almeno nelle previsioni, dovrebbe essere tutto sommato tranquillo per il club azzurro stellato. Nel  qual caso l’ex bandiera del Genoa abbandonasse la nave si andrebbe a creare un vuoto difficile da colmare. Di allenatori giovani e bravi in giro non ce ne sono molti ed ecco spiegato il motivo per cui D’Eboli cercherà in ogni modo di convincere Sottil a rimanere almeno per un altro anno a Pagani. Comunque sia non sono da escludere le candidature di Erra, molto bravo a lavorare con i giovani e Corda. Due profili che per diversi motivi soddisferebbero la società e D’Eboli. Sul fronte calciatori invece molti sono i dubbi su chi andrà via e chi resterà a Pagani. Giocatori come Donida, Vinci e Deli alla fine dovrebbero essere riconfermati insieme a Marruocco, Calamai e Malaccari mentre chi sembra destinato a fare le valigie è Girardi che non ha convinto appieno nella seconda parte di stagione. Insieme a lui potrebbero lasciare Pagani anche Aurelio, Baccolo (molto richiesto in Lega Pro), Tartaglia e Moracci anche se in questo caso non si possono ancora fare previsioni. Comunque di tempo ce n’è in abbondanza e allora meglio non affrettare troppo le cose. Il campionato ancora non è finito e pertanto è giusto aspettare le decisioni importanti a bocce ferme e senza impegni agonistici.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->