Out of Bounds chiude con Euthalia

Scritto da , 15 marzo 2018

Questa sera finale della rassegna nella chiesa di Santa Apollonia con un laboratorio, il premio della rassegna 2018 e la piéce diretta e interpretata da Viviane Cammarota

Di GIULIA IANNONE

Saranno lo spettacolo “Euthalia – fiore che sboccia”, domani al nella Chiesa di Santa Apollonia e l’assegnazione del Premio #OOB2018 Osservatorio Giovanile, a chiudere a Salerno la rassegna di teatro contemporaneo “Out of Bounds 2018” ideata e diretta da L.A.A.V. Officina Teatrale di Licia Amarante e Antonella Valitutti giunta alla IV Edizione. L’ultimo appuntamento di un programma ricco di ospiti e spunti riflessivi seri e comici su tematiche sociali che coinvolgono la crescita e la formazione di adolescenti e giovani parlerà di donne e delle violenze da loro troppo spesso subite fino al sacrificio della propria vita. Prima però, nello stesso giorno, ci sarà il tempo ancora per un laboratorio dal titolo “Aria e luce viaggio attraverso le emozioni” allo Spazio L.A.A.V. Una IV edizione, questa, che per un mese ha animato Salerno con ospiti prestigiosi, spettacoli premiati e rappresentati in Italia e all’estero, laboratori pieni di giovani appassionati di teatro, incontri con psicoterapeuti e artisti capaci di mettere il teatro al centro della discussione sociale, consentendogli di riappropriarsi di quel ruolo “politico” che mai come adesso sembra necessario per comprendere le dinamiche della contemporaneità. A chiudere il programma oggi alle ore 21,00 sul palcoscenico della Chiesa di Santa Apollonia, lo spettacolo di Teatro Danza “Euthalia – fiore che sboccia” presentato da L.A.A.V. Officina Teatrale, ideato, diretto e interpretato da Viviane Cammarota con la compagnia L.A.A.V. Officina Teatrale e la voce narrante di Antonella Valitutti. Julian Beck e Judith Malina del Living Theatre, Alda Merini e Sibilla Aleramo sono queste le “voci”, evocate da Antonella Valitutti, Viviane Cammarota, Miriana Casaburi, Francesca Celenta, Ludovica Coscia, Alessandra de Concilio, Chiara De Silva, Benedetta Di Giacomo, Valerio Elia, Roberta Greco, Chiara Giovannone, Pasquale Lorito, Valerio Lorito, Alice Maggioletti, Marina Napoli e Martina Pepe, che prenderanno corpo in questa rappresentazione in cui più che la violenza, subita soprattutto dalle donne da parte di chi dovrebbe amarle, è la loro “resilienza”, la capacità di rialzarsi, come un fiore che sboccia, e intraprendere il cammino di una vita più felice, libera da condizionamenti sociali e culturali, insieme agli altri, a quelle persone che ne sanno riconoscere l’identità. Durante la serata finale, inoltre, verrà assegnato il premio #OOB2018 Osservatorio Giovanile alla compagnia o allo spettacolo che meglio ha rappresentato i temi affrontati da Out of Bounds. Durante la rassegna, infatti, un gruppo di studenti del Liceo Classico “Francesco De Sanctis” di Salerno (percorso di A.S.L.) e che hanno fatto richiesta di essere inclusi nell’osservatorio operativo permanente di OOB2018 ha “esaminato” le proposte selezionate dalla direzione artistica e giovedì sera decreterà il vincitore. Nel pomeriggio sempre di giovedì 15 marzo, allo Spazio L.A.A.V. dalle ore 16,00 alle ore 19,00, ci sarà il tempo per l’ultimo laboratorio esperienziale per giovani dal titolo “Aria e luce viaggio creativo attraverso le emozioni”, protagonista l’autrice e scrittrice Giamila Fiorini.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->