Nuova Ises, dipendenti occupano la struttura di via Nizza

Scritto da , 14 luglio 2018
image_pdfimage_print

Erika Noschese

Una protesta pacifica occupando una stanza della struttura Asl di via Nizza. Ieri pomeriggio, un gruppo di dipendenti dell’Ises ha deciso di dar vita ad una forma di protesta ad oltranza per tentare di ottenere chiarimenti in merito alla loro posizione e al mancato accreditamento. I dipendenti dell’Ises, infatti, non percepiscono alcun stipendio da quasi quattro anni e ad aggravare la situazione la mancata disponibilità di continuare a finanziare la struttura da parte dell’imprenditore che ha acquistato il ramo d’azienda e che, attualmente, si occupa anche degli internati presenti presso la struttura. La situazione, dunque, potrebbe aggraversi ulteriormente già a partire dal mese di settembre e al momento nessuna risposta certa è stata data dal commissario di via Nizza, Mario Iervolino che aveva chiesto ai dipendenti 48 ore di tempo per tentare di trovare una soluzione. Allo scadere dei due giorni, nulla è cambiato ma – anzi – Asl Salerno e Regione Campania sembrano continuare con lo scarica barile senza un’adeguata soluzione per i cica 40 soci lavoratori che, a distanza di più di un anno, non hanno ancora ottenuto un documento certo che attesti l’accreditamento dell’Ises al Sistema sanitario regionale, con una dotazione di ben 3 milioni e 600mila euro annui. Già nel mese di maggio 2017, infatti, i dipendenti decisero di occupare la sede dell’azienda sanitaria locale di via Nizza per ottenere chiarimenti e, ad oggi, la situazione non solo non accenna a migliorare ma sembra peggiorare di giorno in giorno.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->