Notte Pasolini atto II

Scritto da , 8 Maggio 2015
image_pdfimage_print

 

Oggi,  il secondo appuntamento sul regista e poeta alle ore 20,30 presso il Teatro d’ Ateneo promosso dalla UnisArt di Alfonso Amendola

 

Di GEMMA CRISCUOLI

Lasciare il segno è prerogativa di pochi. Pasolini sapeva di dover combattere su ogni fronte: un Paese fintamente laico e fintamente cattolico, una cultura spesso dimentica della necessità di obbedire al senso critico, un pubblico assopito nell’assodato e spesso lontano da chi si mette in gioco senza mediazioni. Le parole dell’intellettuale, profetiche, scomode, lapidarie sono ancora un punto di riferimento per chi abbia la forza di credere nella libertà e “NottePasolini Atto II”, in programma a partire dalle ore 20.30 di questa sera, presso il Teatro dell’Università degli Studi di Salerno, vuole ripercorrere le tappe culminanti di un percorso quanto mai fertile dell’immaginario e dell’etica. La serata rientra tra le iniziative promosse da “UnisArt” (polo delle attività culturali dell’Ateneo) ed è diretta da Alfonso Amendola (cattedra di Sociologia degli audiovisivi sperimentali) in collaborazione con Luca Lanzetta (Art Director) e ha come media-partner UniSound (la web radio dell’Ateneo), l’Associazione “MusicAteneo”, “Telecolore”, Rivista Milena, “Davicon Productions” e “MPS Social”. Dopo i saluti istituzionali di Aurelio Tommasetti  – Magnifico Rettore Università di Salerno- e di Pina De Luca – Delegato del Rettore alle Arti e allo Spettacolo (coordinamento UnisArt)-, si terrà il reading musicale a cura di Pasquale De Cristofaro (attore, regista) e Gianfranco Rizzo (presidente Associazione Musicateneo,che curerà le musiche). Nel lavoro tratto dal pasoliniano “Poeta delle ceneri”, il volto dell’autore prenderà corpo grazie ad un lavoro dell’associazione Davicon Productions e a partire da un dipinto dell’artista Marianna Battipaglia, per dimostrare come filosofia e poesia fossero in lui inscindibili. Le testimonianze video della celebre fotografa Letizia Battaglia e di Enrique Irazoqui, protagonista de “Il Vangelo secondo Matteo”, permetteranno di conoscere aspetti nuovi del poeta, mentre la narrazione “Nel ventre della Balena” di Elio Goka (scrittore) e Davide Speranza (giornalista e narratore)  traccerà un itinerario da Melville alla Fallaci per riflettere sul contrasto tra l’individuo e ciò che lo minaccia. La serata si concluderà alle 21.45 con “Davanti agli occhi”, lo spettacolo basato su testi di Elio Goka e diretto da Antonio Grimaldi in cui le tematiche di Pasolini diventano occasione per riflettere sui mali di una modernità che si è illusa di aver saldato i conti con se stessa.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->