Nonostante l’emergenza, stasera la Salernitana deve vincere

Scritto da , 27 novembre 2015
image_pdfimage_print

SALERNO. La parola <emergenza> anche stasera è di moda in questo Salernitana – Pro Vercelli che è uno dei tre anticipi della quindicesima giornata del campionato di serie B. Emergenza per la squadra granata uguale normalità o giù di li. Perché Torrente deve fare di necessità virtù, rimettere insieme praticamente in ogni gara i cocci di una squadra che soprattutto in difesa soffre dell’assenza di tanti calciatori. Basti pensare che Empereur, che in linea gerarchica nella retroguardia granata era il quinto difensore, per l’assenza di ben quattro centrali, anzi cinque se si aggiunge anche Bernardini che si è infortunato al suo esordio, è passato in prima posizione come centrale e stasera, complice anche l’assenza di Lanzaro, squalificato, dovrebbe fare coppia con Franco visto che Rossi e Colombo (a proposito i due sono diffidati e devono fare attenzione a non prendere cartellini gialli) saranno sulle ali nei quattro di difesa. Ma quello della difesa non sarò l’unico problema per il mister di Cetara. Anche a centrocampo, con Moro che lamenta un leggero infortunio, la candidatura di Manolo Pestrin diventa di stretta attualità con un ripescaggio che appare probabile tenendo conto che Odjer e Sciaudone possono far parte di questo centrocampo a tre con Bovo che si accomoderà in panchina. Dunque Torrente cambia ancora contro questo Pro Vercelli che, attenzione, è un avversario di quelli tosti, da tenere in considerazione e con l’arrivo di Foscarini (che vanta una tradizione favorevole con la Salernitana da quando allenava il Cittadella) fuori casa non è che concede molto agli avversari. La freccia nell’arco dell’attacco granata, che dovrebbe partire con Gabionetta e Donnarumma alle spalle di Coda è rappresentato dal funambolico ex del Teramo. Alfredo da Torre Annunziata, calciatore estroso, intraprendente ma soprattutto forte negli ultimi metri dell’area avversaria vorrebbe confermare il suo momento magico. Quattro gol in tre gare non è cosa da poco. Tutt’altro. Si è vista la sua capacità di non arrendersi mai, di essere sempre presente appena i difensori avversari vanno in bambola (vedi Brosco a Latina…) e di piazzare le sue micidiali stoccate, Ed è per questo che Torrente stasera cambierà modulo proprio per farlo giocare dall’inizio della gara. Finora era sempre subentrato distinguendosi nelle sue giocate. Ora con questa consacrazione e con Denilson Gabionetta al suo fianco (a proposito il brasiliano cerca il gol che gli manca dal 26 settembre scorso) cercherà di dare una mano in più alla sua squadra. E’ una gara importante, comunque, al di là di ogni facile considerazione. Sia la Salernitana che la Pro Vercelli sono in acque agitate della classifica. Una vittoria dei granata, stasera, potrebbe proiettarli molto in alto considerando che con tre gare, di cui anche quella di Coppa Italia il 1 dicembre contro lo Spezia, che si giocheranno in trasferta affrontando Vicenza e Livorno questo mese di dicembre che sta arrivando non promette niente di buono. A meno che non si inverta la rotta e si possa, finalmente, arrivare a portare a casa punti preziosi per puntellare la classifica. Questo sperano i tifosi che stasera, malgrado la serata fredda, si recheranno in tanti all’Arechi per spronare e incoraggiare la squadra del cuore a centrare vincere la quarta gara tra le mura amiche della stagione. Il fischio d’inizio alle ore 21.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->