Nocerina, De Marinis per ora resta l’unica alternativa

Scritto da , 30 marzo 2014
image_pdfimage_print

di Filippo Attianese

NOCERA INFERIORE. Un futuro ancora da scrivere, un passato con cui chiudere i conti. Si continua a viaggiare su binari opposti nell’ambiente rossonero mentre l’avvenire del calcio nelle due Nocera resta avvolto nel mistero. Nelle ultime settimane voci e smentite su possibili progetti da cui ricominciare si sono succedute ad un ritmo impressionante, lasciando poche certezze e fomentando i dubbi nel già depresso ambiente rossonero. Di appigli per ripartire, almeno per ora, non ne sono apparsi molti; il progetto più concreto presentato finora, seppur ancora in stato embrionale, resta quello dell’ex presidente molosso Giuseppe De Marinis; tuttavia, come puntualizzato dai diretti interessati, per attivarlo bisognerà aspettare i mesi estivi, quando sarà possibile procedere ad una fusione di una realtà locale con un club di Eccellenza. Intanto, sullo sfondo, c’è una società che sta continuando il suo lavoro di dismissione. L’Asg Nocerina, destinata nei prossimi mesi a lasciare il mondo del calcio, sta cercando di chiudere i conti con questa disgraziata stagione. Un appuntamento importante è previsto all’inizio della prossima settimana. Già Lunedì, infatti, potrebbe esserci una nuova riunione dei soci presso la sede del club, con la speranza di avere una presenza maggiore rispetto alle ultime chiamate. Si tratterà di una riunione importante perché i dirigenti saranno chiamati a compiere una scelta definitiva sul futuro del sodalizio molosso. Al momento l’ipotesi più probabile resta quella di una messa in liquidazione, con la possibilità da parte della società di scegliere un liquidatore incaricato di risanare le pendenze del club; si proverà fino all’ultimo a scongiurare il fallimento, soprattutto per evitarne le conseguenze dal punto di vista legale. Intanto, in attesa di decidere il destino del club, negli ultimi giorni il lavoro della società rossonera si è concentrato esclusivamente sulla chiusura della questione liberatorie. Il procedimento sembra ormai vicino alla conclusione: pur con fatica Matteo Canale sembra aver trovato le risorse per liquidare gli atleti che hanno indossato la casacca rossonera quest’anno e nelle prossime settimane si potrebbe procedere anche all’invio dell’intera documentazione presso gli uffici di Lega Pro e della Covisoc. L’obiettivo finale, come già puntualizzato nelle scorse settimane, sarà quello di sbloccare la fideiussione versata dal Comitato per la Salvezza ad inizio stagione, riducendo così le perdite per tutti quegli imprenditori che si erano imbarcati nella disastrosa avventura di questo campionato.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->