Niente cali di concentrazione

Scritto da , 2 Marzo 2013
image_pdfimage_print

 Non vuole cali di concentrazione Carlo Perrone nella gara di oggi pomeriggio contro l’Hinterreggio. Si deve vincere per consolidare il primato in classifica ed anche per far capire agli avversari che la capolista ha fretta di chiudere in anticipo questo campionato. D’altro canto oggi c’è un altro primato da conquistare. Il risultato positivo, infatti, portrebbe la Salernitana di Perrone a superare quel record che era di Giuliano Sonzogni e che è stato eguagliato domenica scorsa in Toscana contro il Borgo a Buggiano. Dunque tanti motivi per far si che questa gara contro i reggini possa essere affrontata dai granata con il piglio della prima della classe in un Arechi che è pur sempre un fortino inespugnabile ed è stato sempre avaro per le squadre avversarie che hanno giocato contro la capolista. Perrone finalmente può tirare un sospiro di sollievo. Rispetto alla scorsa settimana ha quasi tutti gli uomini a sua disposizione. Si è ricompattato il reparto difensivo dopo il ritorno di Rinaldi e Tuia, si è ripreso anche Molinari. Insomma c’è abbondanza e le scelte saranno certamente ponderate per affrontare nel miglior modo possibile una squadra come l’Hinterreggio che arriverà a Salerno con l’intenzione, ovviamente, di portare a casa un risultato positivo che sarebbe gratificante visto lo strapotere della Salernitana in questo campionato. L’aspetto più interessante e, diremo, importante di questa sfida resta certamente il reparto offensivo. Domenica scorsa c’è stato il black-out di Ginestra e Guazzo, Mounard era in panchina. Si è qiuasi spenta la luce che, si spera, possa brillare oggi pomeriggio. Il <cobra> <Ginestra ci tiene molto a riprendere confidenza con il gol. Che gli manca dal 6 gennaio. Sembra davvero trascorso tantissimo tempo. E per un bomber come lui, che fa del gol la sua arma migliore, fermarsi in questo momento topico della stagione, quando si stava avvicinando alla fatidica soglia delle 20 realizzazioni (come premio speciale di Lotito…) non depone certamente bene. Dunque grande determinazione di Ginestra che ha anche l’incoraggiamento del suo compagno di reparto, Guazzo che almeno per ora lo ha superato nella classifica dei marcatori. Un testa a testa che può solo far bene alla Salernitana.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->