Nasce il Gal della Costiera Amalfitana ma Vietri sul Mare non c’è

Scritto da , 24 Luglio 2016
image_pdfimage_print

Nasce il Gal della Costiera Amalfitana e Sorrentina ma Vietri sul Mare manca all’appello. Nel nuovo progetto, infatti, non figura proprio il primo comune della Costiera Amalfitana che, a quanto pare, sembra sia osteggiato dalle altre amministrazioni comunali limitrofe, comprese quelle dello stesso colore politico.
Tutta colpa, pare, di un atteggiamento poco collaborativo da parte del primo cittadino vietrese – fanno sapere dalle altre amministrazioni comunali della Divina Costa, tutte presenti del costituendo organismo “Terra Protetta” – che già precedentemente avevano tenuto Franco Benincasa sull’uscio della Conferenza dei sindaci della Costa d’Amalfi. Oltre ad alcuni comuni della fascia sorrentina, nel Gal “Terra protetta” ci sono Cetara, Conca dei Marini, Corbara, Furore, Maiori, Minori, Positano, Furore, Scala, Tramonti e Ravello.
Per Vietri sul Mare, invece, pare che sia arrivata la “mazzata” (politica) definitiva che certifica l’isolamento (sempre politico) che vive il territorio di Vietri sul Mare. Eppure il Gal (Benincasa è stato al vertice di quello dei Picentini prima del suo sindacato) è utile per la ricezione, organizzazione e rendicontazione dei fondi Psr Campania e di tante altre iniziative utili ai territori consorziati. Ed invece niente, pare che non ne vogliano sentire parlare. Ora una soluzione di ripiego potrebbe spingere l’amministrazione comunale di Vietri sul Mare verso un accordo con altri comuni, ossia verso la Valle dell’Irno. Ma in questo caso da superare ci sarebbero le perplessità avanzate da Cava de’ Tirreni.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->