Napoli, Ghoulam vicino al rientro. Albiol: <>

Scritto da , 11 ottobre 2018
image_pdfimage_print

NAPOLI – la sosta delle nazionali ha portato via da castel Volturno ben 16 calciatori del Napoli. il numero si è comunque ridotto a 15 per via dell’infortunio muscolare che ha costretto sebastiano luperto a rinunciare alla chiamata dell’italia Under 21. ad ogni modo carlo ancelotti confida nel recupero dei lungodegenti ‘storici’. il primo della lista è Faouzi Ghoulam, l’azzurro che più di tutto è rimasto lontano dai campi. il laterale sinistro algerino manca dal rettangolo di gioco da quasi undici mesi e mezzo, con l’ultima sua apparizione che era coincisa con la sfida di champions league contro il Manchester city di inizio novembre 2017. Da lì il giocatore ha attraversato due tremendi infortuni: uno relativo al legamento crociato e l’altro alla rottura della rotula, poco prima del rientro. adesso Ghoulam potrebbe ritornare tra i convocati, bisogna decidere se già con l’Udinese il 20 ottobre alla ripresa del campionato o al più tardi la settimana dopo contro la roma. Buone notizie anche per alex Meret, che finalmente rivede la luce in fondo al tunnel dopo la frattura composta del braccio sinistro a luglio. ci sarà ancora da aspettare invece per amin Younes e Vlad chiriches. il tedesco lavora per farsi trovare pronto a gennaio. Dovrebbe essere
pronto per novembre, ma poi occorrerà aggiungere il tempo necessario a ritrovare una condizione accettabile. per il centrale rumeno invece l’appuntamento sarà a fine campionato, ad aprile. raul albiol si concede alla stampa e parla del Napoli dal ritiro della nazio
nale spagnola. l’esperto difensore di Valencia è tornato in pianta stabile nei ranghi delle ‘Furie rosse’: “sono consapevole che più passa il tempo, minori saranno le possibilità di essere convocato. io però punto a fare bene con il Napoli per essere qui con la spagna, e penso di esserci riuscito in fondo, sin dal mio primo giorno in azzurro cinque anni fa”. il Napoli è pronto per centrare un titolo importante: “si, anche se il passo finale è quello più difficile. Un po’ come quando in campo devi segnare un gol, non è mai facile. la squadra viene da delle grandi stagioni dove però non si è vinto niente. Ma ogni anno sentiamo che la crescita migliora, ed ora con ancelotti continuiamo ad avere il nostro gruppo grandioso, nonostante un paio di partenze importanti. altri sono arrivati al posto di quelli che sono andati via, lo spogliatoio continua ad essere unito. occorre lavorare insieme, perché non abbiamo i fuoriclasse che ti risolvono le partite da soli sempre”. Un Napoli che fa nuovamente sperare.

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->