Naddeo confermato reggente: «Ripresa di interesse delle famiglie verso l’istituto»

Scritto da , 29 Agosto 2019
image_pdfimage_print

di Matteo Maiorano

Venticinque nuove reggenze per gli istituti sottodimensionati del salernitano. Ora tutti i complessi scolastici del nostro territorio hanno una nuova figura di riferimento: la nomina è arrivata a seguito della circolare emanata dal direttore generale Usr Luisa Franzese. In città la riconferma più attesa era quella relativa a Claudio Naddeo, preside dell’istituto Trani-Moscati, il quale da martedì è stato confermato rettore-reggente dello storico Convitto Nazionale T.Tasso. Il comprensorio darà il via nelle prossime settimane ad un vero e proprio ampliamento dell’offerta formativa: «Parte l’opera, intrapresa in verità già da qualche anno, di rilancio della più antica istituzione scolastica di Salerno. E’ ormai tangibile – dichiara Naddeo – la ripresa di interesse, da parte delle famiglie, nei confronti della nostra scuola”. Nei programmi c’è anzitutto la riapertura di spazi vitali per i giovani, ove poter esercitare e mettere in pratica tutte le proprie inclinazioni. Dopo la riapertura, lo scorso gennaio, della palestra polifunzionale Antonino Buccellato, gli studenti potranno fruire anche di un campetto di calcio in via di ultimazione, antistante l’atrio principale: “Tra gli assi portanti del programma educativo, l’attività ludicosportiva occupa un posto privilegiato. Sono quasi ultimati i lavori del campetto di calcio, nel quale in passato sono cresciuti diversi atleti del nostro territorio”. Da Falzerano (oggi in forze al Perugia) ad Agresta (titolare nel Picerno neopromosso in C) passando per Altobello (centrale della Vibonese) sono tantissimi i calciatori cresciuti proprio sul campetto del Convitto. L’auspicio è che la struttura possa tornare ad essere la casa degli enfants prodige del Cavalluccio: “Non escludo che con la messa a nuovo del rettangolo di gioco possa essere presente un tesserato della Salernitana. Sia convittori (coloro a cui viene garantito il pernottamento in un plesso dell’istituto) che semiconvittori (studenti che prolungano la durata dell’attività scolastica fino al tardo pomeriggio) avranno inoltre accesso alla biblioteca, che a breve riprenderà il suo totale funzionamento, grazie al fondo libraio dell’istituto e donazioni private. Un servizio a 360°, con l’accesso in rete per la consultazione dei testi. Nei programmi – prosegue Naddeo – la riattivazione del servizio scuolabus per gli studenti che hanno difficoltà a raggiungere la nostra scuola e il totale ripristino del teatro auditorium. Un vero e proprio rinnovamento, grazie al supporto dell’amministrazione provinciale e del consiglio di amministrazione del Convitto”. Gli spazi ripristinati saranno al servizio degli utenti diretti e del centro storico: non a caso associazioni culturali e ricreative trovano nel comprensorio spazi per attività a vantaggio di tutte le fasce d’età, non solo quella scolastica.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->