Musica è: ANTONIO MARZULLO

La Musica è…. la mia regina, una definizione non certo nuova, poiché la biografia di Ellington titola Music is My Mistress, ma che ho scelto sin da quando ho avuto tra le mani il trombone. Durante la pandemia, da cui finalmente stiamo uscendo, ho ascoltato tanto “Turandot” di Giacomo Puccini, con  il tema della «principessa di morte» troneggia una prima volta al centro della tessitura, e sono gli ottoni a tingerlo di ritualità, per arrampicarsi subito nei cieli dei legni, sormontati dall’ottavino, barbaglii di luce tagliente. Il più bel sipario che mai Puccini abbia creato: trombe tromboni e legni scandiscono accordi secchi, inesorabili, urtando il blocco di archi e corni a distanza di semitono, e spalancano la visione reale da incubo sui teschi degli sfortunati pretendenti, in alto sugli spalti della Città proibita, la IX sinfonia di  Ludwig Van Beethoven  con l’esplosione della parola gioia e La Traviata di Giuseppe Verdi le cui pagine non ingialliscono mai, contenendo essa, la vera essenza del nostro melodramma.

Antonio Marzullo trombonista Segretario artistico Teatro Verdi Salerno