Musica è: ALBERTO GAZALE

Scritto da , 22 Giugno 2020
image_pdfimage_print

‘Musica’ è una necessità, punto!

L’ottavo vizio capitale. Amplifica gli stati della psiche rendendo la vita più importante e meno transitoria. ”Musica” nasce nel mare agitato dell’anima e sembra viva  nella sottrazione dei silenzi,  procurando armonia, gioia, esaltazione, mettendo in accordo tra loro sensibilità diversissime, magicamente e senza ulteriori codici. La musica non conosce diversità e parla a tutti nello stesso modo. Qualche volta  ci accompagna nella tristezza rendendo affascinante perfino questo stato emotivo. Ci rende indimenticabili frammenti di vita. Anche in questo periodo di quarantena la musica ha avuto un ruolo fondamentale. Ci ha aiutato a volare con la mente e ci ha fatto sentire il fruscio della libertà nonostante la compressione dei divieti e della paura. Ho ascoltato e anche eseguito tanta musica, dal Barocco e contemporaneo per poi ritornare alla musica del primo ‘900. Ho ascoltato anche l’inno nazionale in tutte le sue innumerevoli esecuzioni che mai come in questo periodo mi emozionava. Se però devo indicare tre brani che ricorderò legati a questo periodo direi ”Plaisir d’amour” che vorrei cantare alla mia mamma appena potrò riabbracciarla e poi l’ouverture dell’Attila per la profondità del senso di desolazione e la cavatina di Figaro del ‘Barbiere di Siviglia che credo di aver cantato quasi tutte le mattine di questa singolare e speriamo irripetibile quarantena.

Alberto Gazale Basso bariton

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->