“Movida Sicura”, chiusura temporanea di un locale. Il report dei controlli

L’ultimo fine settimana, sia nel centro cittadino che in altre zone della Città, ha visto, ancora una volta, Forze dell’Ordine, Polizia Locale e Militari dell’Esercito Italiano impegnati a garantire il rispetto delle norme finalizzate a contrastare la diffusione del contagio Covid-19 nonché a prevenire ogni forma di illegalità. Nel corso dei servizi, predisposti con ordinanza del Questore, durante i quali sono state identificate complessivamente 206 persone e controllati numerosi locali pubblici, ivi compresi quelli attrezzati con piste da ballo, personale dell’Ufficio Prevenzione Generale ha proceduto all’arresto in flagranza, per resistenza a P.U., per porto e detenzione di arma nonché per ricettazione di un’autovettura dell’ASL di Salerno asportata tra il 24 ed il 27 luglio uu.ss. in questo capoluogo, di due cittadini italiani, con precedenti per reati contro la persona, contro il patrimonio e stupefacenti, nonché di un cittadino extracomunitario. Personale della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura ha proceduto al controllo di 57 esercizi commerciali, sanzionandone due, ai sensi della vigente normativa in materia di contrasto alla diffusione del virus Covid-19. Per una si è resa necessaria la chiusura temporanea, mentre il titolare di altra attività è stato denunciato all’A.G. in quanto non aveva ottemperato all’ordine di chiusura imposto dalla Polizia Locale. L’attività di vigilanza in argomento ha, poi, consentito a personale della Polizia Provinciale di denunciare, in stato di libertà, per resistenza a P.U., un venticinquenne che, poco prima, sul Lungomare Trieste, aveva picchiato la convivente. La locale Capitaneria di Porto, di concerto con la Polizia Locale ha, invece, effettuato controlli sia sul molo “Masuccio Salernitano” in occasione dell’imbarco sui traghetti diretti in Costiera Amalfitana che ad 8 stabilimenti balneari, sanzionando, in questo caso, un gestore per l’assenza di segnalamenti indicanti il distanziamento ed i percorsi ingresso/uscita. Pattuglie della Polizia Locale hanno, inoltre, assicurato servizi finalizzati al contrasto alla prostituzione che hanno determinato l’elevazione di n.7 verbali e n. 3 DASPO urbano. Analoga attività è stata assicurata in provincia.