Minori, Reale viaggia in solitudine

Scritto da , 13 marzo 2014
image_pdfimage_print

Cinque Comuni al voto. Anche la Divina Costa sarà impegnata nella tornata elettorale del prossimo 25 maggio per il rinnovo delle amministrazioni comunali. I cittadini di Atrani, Furore, Minori, Tramonti e Vietri sul Mare saranno chiamati alle urne per scegliere le rispettive nuove squadre di governo cittadino. Il comune di Minori, al momento, presenta come unico candidato l’attuale sindaco, Andrea Reale. L’operato di Reale è stato unanimemente apprezzato per la sua concretezza e per la sua intraprendenza dalla lista civica “Via Nova” che ha deciso, per l’appunto, di ripresentare la sua candidatura per il prossimo quinquennio. L’albergatore, come lui stesso ama definirsi, ha dichiarato che la sua candidatura ora assume una duplice valenza, impegnandosi sia per quanto riguarda i trasporti e la sosta all’interno del comune, con nuovi progetti, sia per quanto riguarda la funzione di “raccordo” della sanità tra tutte le municipalità. «Non c’è alcun gruppo ad oggi palesato che ha mostrato l’intenzione di presentare la propria lista e i propri candidati – afferma il sindaco uscente – E per ora questa è una cosa che mi fa felice, perché nonostante sia difficile portare avanti il ruolo di albergatore e di sindaco, tengo a precisare che con i sacrifici sono riuscito a raggiungere qualsiasi obiettivo e che insieme al mio gruppo siamo riusciti a non creare rivalità e inimicizie»- ha precisato Reale che in seguito ha voluto ricordare che «l’innovazione nella tradizione e la sinergia pubblico-privato, devono essere i punti cardine per un buon lavoro amministrativo». Ma c’è bisogno di aspettare per capire se davvero Reale sia effettivamente l’unico candidato a Minori. Situazione diversa ad Atrani, dove il sindaco in carica Nicola Carrano, giunto al secondo mandato consecutivo, non ha più la possibilità di candidarsi e quindi cederà il posto a uno dei suoi o forse no. Tra i candidati del gruppo Carrano c’è Michela Mansi, attuale vicesindaco. L’augurio è «che possano uscire almeno due liste e desidererei una certa continuità, dopo l’alluvione che ci ha colpiti profondamente c’è il bisogno di un’assidua partecipazione ai lavori di ristrutturazione all’interno del paese» – sottolinea Carrano, che inoltre vorrebbe vedere una lista di giovani in pole position, che potrebbe lavorare al meglio per il futuro di Atrani. Ma a contrastare il sindaco e i suoi potrebbe esserci una vecchia conoscenza di Carrano. La voce è quella di una possibile candidatura di Lucio Pellegrino, portavoce di Fratelli d’Italia, ex “operaio” della squadra dell’attuale sindaco. Fine dell’amicizia un po’ di tempo fa tra Pellegrino e i suoi, per dinamiche interne e proprio per questo il vecchio assessore starebbe cercando di creare un programma (i cui protagonisti sarebbero alcuni Atranesi in accordo con lo stesso), condividendo idee e progetti, che potrebbero servire per il bene futuro del paese, distrutto da un fenomeno naturale, ma con la voglia e la forza di rinascere, partendo da nuovi stimoli e dando via ad una nuova amministrazione. Buio, invece, a Tramonti dove la situazione delle liste e delle candidature è ancora tutta da vedere e decidere. L’assessore Vincenzo Savino afferma di non essere ancora al corrente di nessun movimento elettorale ma crede che le liste presenti saranno ben tre: «Ci sarà la lista del sindaco uscente, ma anche quella dell’ex sindaco e gli eterni secondi, ritenteranno come sempre, ma per saperne di più, bisogna attendere ancora”. Agli inizi di aprile, insomma, ci sarà sicuramente un quadro chiaro e definitivo, sia per quanto riguarda tutte le liste di tutti i comuni, sia per i nomi dei candidati a sindaco.

Brigida Vicinanza

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->