“Mica sono usciti i copertoni che sotterrammo con Pechi?”

Scritto da , 23 Febbraio 2021
image_pdfimage_print

di Pina Ferro L’attività d’intercettazione svolta, sull’utenza in uso a Antonio Romagnuolo ha permesso di garantire l’identificazione del padre Gaetano. La presenza dei militari e dell’Arpac sui terreni cre non poche preoccupazioni a Gaetano ed Antonio Romagnuolo. Sono state numerose le ispezioni effettuate ma nessuna pare abbia fatto da deterrente all’attività criminale posta in essere.

Padre: cosa c’è Antonio?

Antonio: cosa c’è che mi hai chiamato?

Padre: ehhh a Persano, hanno fatto un varco dentro al granturco, sono andati (n.d.r. i carabinieri) a scavare dentro a quel fosso ma devi vedere che roba che esce là!

Antonio: eh ma li … inc … i copertoni … inc …

Padre: ma c’è ma c’è tutto, ti dico tutto e basta! Tre macchine dei carabinieri, scavatore dell’Esercito, ho detto statemi a sentire a me, io quando mi son comprato il podere, no ma tu devi stare quì, tu,io non sto a nessuna parte, perchè la responsabilità, ho detto non è mia! io l’ho comprato il podere e così era, adesso cosa devo fare quì? Devo fare il pappagallo dietro a voi oggi, invece di vedere cosa devo fare?

Antonio: mica sono usciti quei copertoni che sotterrammo con Pechi?

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->