«Mi stavo comprando l’Alcatel, pero ̀siccome èarrivata la camorra mi sono dovuto fermare…”

Scritto da , 16 Novembre 2020
image_pdfimage_print

di Pina Ferro

«Mi stavo comprando l’Alcatel, però siccome è arrivata la camorra allora mi sono dovuto fermare… l’ha comprata don Gennaro Lanzetta…». La frase è contenuta nelle tantissime intercettazioni allegate all’ordinanza di custodia cautelare emessa a carico di Massimo Cariello, ex sindaco di Eboli. Protagonisti della conversazione sono Massimo Cariello, l’imprenditore Gerardo Motta e un architetto, tale Antonio, apparso nella stanza di ritorno da una commissione. Ad avere intezione di acquistare l’Alcatel è Gerardo Motta.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->