“Mi candiderò non so ancora se alla carica di sindaco”

Scritto da , 10 Settembre 2020
image_pdfimage_print

Sosterrà la Lega, alle prossime elezioni regionali in programma il prossimo 20 e 21 settembre ma non esprimerà la preferenza per alcun candidato perchè, dice, “sono tutti amici”. Giuseppe Zitarosa, attuale consigliere comunale si assume tutte le responsabilità per la mancata candidatura alle regionali ma svela che, poco prima della presentazione delle lista, il coordinatore regionale Nicola Molteni ha chiesto la sua disponibilità a scendere in campo. Una proposta rifiutata perchè “era troppo tardi, il tempo era poco, non si può iniziare una campagna elettorale in netto ritardo rispetto agli altri candidati”.”Io sono uomo di destra, il mio voto sarà sempre a destra e sosterrò la Lega – ha dichiarato Zitarosa – Sosterrò la Lega ma non voterò alcun candidato perchè sono tutti amici e non mi sembra corretto, sono davvero tutti amici”. Intanto, il consigliere leghista è già al lavoro per le elezioni comunali in programma il prossimo anno. Al momento, non è ancora certo se scenderà in campo come consigliere comunale o come candidato alla carica di sindaco ma il suo percorso è già avviato, di pari passo con le regionali: “Ci sono oltre 45 persone che hanno offerto la loro disponibilità a candidarsi ma per il momento non credo di candidarmi alla carica di primo cittadino anche se bisogna valutare – ha dichiarato ancora Zitarosa – Io sono convinto che quando nella vita una persona fallisce e non arriva al successo i demeriti sono i propri ed è inutile addossare responsabilità agli altri per la mancata candidatura, bisogna assumersi la propria responsabilità e visto che in questo momento i demeriti sono i miei vedremo nella prossima campagna elettorale di chi saranno meriti e demeriti”. Un velato malcontento per come è stata gestita, forse, quello che, ad oggi, è il più importante appuntamento elettorale, il rinnovo del consiglio comunale a Palazzo Santa Lucia. Ma Zitarosa mette a tacere ogni polemica: “Non è malumore ma sicuramente abbiamo gestito tutti insieme, sempre in buona fede, tutte le candidature e ritengo che sia Molteni sia Nicholas Esposito siano persone eccezionali e se c’è stato qualche errore è stato in buona fede e se qualcuno non è stato candidato, come il sottoscritto, significa che ho demeritato e se è accaduto ciò la colpa è mia – ha detto ancora il consigliere d’opposizione – 4 mesi fa, forse, non meritavo la candidatura ma mi è stata proposta 15 giorni fa e ho rinunciato, il tempo era troppo poco”. Chiusa la parentesi regionali, dunque, è tempo di pensare alle comunali, il cui assetto verosimilmente sarà dettato proprio dai risultati del prossimo 20 e 21 settembre e Zitarosa punta alla candidatura, con le oltre 45 persone che, già oggi, si sono dette disponibili a scendere in campo per riportare il centro destra a Palazzo Guerra, dopo una gestione deluchiana prima e Napoli poi che non accenna a tramontare. “Sono sicuro che qualche errore è stato fatto, ma non la Lega, non so. Qualcuno ha detto che non sono stato un oppositore forte nei confronti di De Luca, altri dicono che sono più pratico e riesco a comunicare meno. Sono errori che ho fatto io e non me la prendo con nessuno, come accade anche nella vita e me ne assumo ogni responsabilità”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->