Mercoledì si alza il sipario all’Arena Mercatello

Scritto da , 15 Agosto 2021
image_pdfimage_print

di Monica De Santis

Il 18 agosto si alzerà, finalmente il sipario sull’Arena del Parco Del Mercatello. Dopo un tira e molla, da parte dell’amministrazione comunale, dopo le polemiche legate all’Arena del Mare che quest’anno è stata allestita solo per 17 giorni, finalmente, ci si prepara ad avere un’altra struttura in città, capace di ospitare eventi promossi da operatori ed associazioni culturali. Grazie all’impegno del sindaco Vincenzo Napoli e dell’Assessore Antonia Willburger, l’area del Parco Mercatello aprirà come detto il prossimo 18 agosto, con lo spettacolo di Pierino Tiramisù “Si ride… racconto la vita con gli occhi del comico”. Il 19 agosto, si passa alla musica con Don Michele e la St Louis Band in “La vita è in…canto”, terzo appuntamento il 21 agosto con Rosalia Porcaro in “Semp ‘essa”. Il 26 agosto la compagnia Stabile Assai presenta “Anime prigioniere”, mentre il 28 agosto Paolo Caiazzo e Federico Salvatore saranno i protagonisti di “Azz e Caiazz”. Ancora teatro il 29 agosto con il Teatro Arbostella e la compagnia Zerottantuno di Napoli che presentano “Il morto sta bene in salute” di Gaetano Di Maio. Il 30 agosto sempre il Teatro Arbostella presenta la compagnia all’antica italiana in “Ma che bella famiglia” di Gaetano Troiano. Il 31 agosto spazio alla musica con la Miele band di Gianfranco Caliendo che presenta “I poeti non cambiano (Memorie di un capellone”. A settembre il primo, l’associazione Orchidea presenta “Amanapoli”, mentre il due settembre The Insiders – On the road for the life presenta un concerto di beneficenza. Spazio ancora alla comicità il 3 settembre con Lino D’Angiò in “Lino D’Angiò Show”. Mentre il 4 e 5 settembre la Sound Music Studio presenta “In…canto”. L’otto settembre, invece nuovo appuntamento teatrale con 8 settembre Ciro Ceruti con Floriana De Martino ed Enzo Varone in “Vita ovvero la tempesta perfetta”. Si prosegue nei giorni 9-10-11 settembre con l’Associazione Limen “Limen Salerno Festival”, mentre il 12 settembre l’Associazione Sorriso a Ritmo presenta “Pangea: Lo spirito dei Continenti – Meeting” Altro appuntamento il 14 settembre con l’Associazione Forma Mentis che presenta lo spettacolo teatrale di Mentalismo “Fatum”. Mentre il 17 settembre l’Associazione Felicita propone “Gran finale get in touch” danza, musica, mostra fotografica ed esposizioni. Il 18 settembre la Compagnia teatrale Al di là dei sogni proporrà uno spettacolo per bambini e ragazzi “Una notte a Salerno”, mentre il 19 settembre l’ARCC (Associazione Regionale Cori Campani) presenterà “Salerno – la Woodstock corale”. Ancora teatro il 20 settembre con l’Associazione Vivinscena con la commedia “Trentuno Dicembre del ‘38”, mentre il 23 settembre l’Associazione Rachmaninov presenta “Gente Distratta” con le musiche di Pino Daniele. Il 24 settembre il palco dell’Arena Mercatello si apre alla danza con Emergenza danza in #insiemeperladanza. Il 26 settembre la Compagnia teatrale Al si là dei sogni proporrà “Un equivoco d’estate”. Chiude la programmazione il 29 settembre Open Oncologia pediatrica con “Sette note per un sorriso”. “Sono in tutto 27 le serate che offriamo, o meglio associazione ed operatori culturali, offriranno al pubblico salernitano, a partire dal 18 agosto – spiega l’Assessore alla Cultura Antonia Willburger – Ma, non è detto che a queste non se ne possano aggiungere ancora delle altre, stiamo ricevendo ancora altre richieste, ovviamente stiamo valutando il tutto. Se saranno aggiunte altre date, ovviamente sia da parte del Comune che da parte degli organizzatori sarà data pronta comunicazione. Tutto il programma completo è comunque visibile sul portale della cultura del Comune di Salerno. Purtroppo come amministrazione comunale a differenza dello scorso anno abbiamo potuto offrire per gli operatori e le associazioni solo il palco ed i servizi. Sappiamo bene che qualche associazione si aspettava che mettessimo a disposizione anche il service, come abbiamo fatto lo scorso anno. Ma, purtroppo, non è stato possibile e non per mancanza di volontà, ma per mancanza di risorse economiche, tutto ciò che come amministrazione comunale potevamo fare per far ripartire la cultura in città è stato fatto e sarà fatto. E di questo devo dire grazie al sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, che è sempre molto sensibile all’argomento e sempre attento alle esigenze del mondo della cultura cittadina. Ora iniziamo questa nuova avventura al Parco del Mercatello, ovviamente ci auguriamo che il pubblico risponda bene e che possa partecipare numeroso a tutti gli spettacoli”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->